Lavoro | 18 dicembre 2022, 15:57

Cerea, la "Lignum Night" segna la definitiva centralità del Distretto del Mobile

A Cerea si è tenuta venerdì sera la presentazione ufficiale del corso ITS Design Legno-Arredo, partito in ottobre al Cangrande della Scala sotto la stretta sinergia tra Lignum, Regione Veneto e ITS Red Academy Veneto

Cerea, la "Lignum Night" segna la definitiva centralità del Distretto del Mobile

Nel meraviglioso contesto della villa veneta Palazzo Bresciani, a Cerea, si è tenuta venerdì sera “Lignum Night: la serata del Distretto del Mobile”, evento che ha evidenziato la dimensione ormai raggiunta dal nuovo distretto che può a tutti gli effetti parlare per l’intera Verona, portando con sé anche diversi comuni padovani e rodigini. 

La serata è stata dedicata alla presentazione ufficiale del corso ITS Design Legno-Arredo, partito in ottobre al Cangrande della Scala sotto la stretta sinergia tra Lignum, Regione Veneto e ITS Red Academy Veneto: l’unico corso di tutta la regione dedicato alla progettazione e alla produzione di arredamento, con il legno come materiale trainante. Presenti tutte i giovani iscritti al corso, provenienti da tutto il Veneto, dalla Lombardia e dal Lazio, che hanno potuto conoscere aziende e imprenditori.

La relazione del presidente degli ITS Cristiano Perale, presente a testimonianza del valore strategico di questo corso di alta formazione, si è unito alle parole fatte pervenire dall’Assessore Regionale Donazzan. La presenza di sindaci e amministratori provenienti dai tutti i comuni principali della pianura veronese, e da Buttapietra e Villafranca, hanno ricordato una volta di più «il valore epocale del nuovo centro di alta formazione» (come ha chiosato il Presidente Alessandro Tosato) che rimedia l’assenza ormai annosa di una scuola di settore, potenziandone e aggiornandone i tratti innovativi. 

I ragazzi sono stati accolti anche dal Consigliere regionale Filippo Rigo, a nome della Regione e del Presidente Zaia e dall’Europarlamentare Paolo Borchia, per evidenziare come Lignum abbia saputo unire non solo le aziende ma anche il territorio e le istituzioni sotto l’evidenza di una causa ricca di spunti socio-economici positivi portata avanti da persone nuove, con obiettivi nuovi.

Poi una relazione su risultati, numeri, obiettivi dell’anno trascorso e di quello a venire che ha mostrato la continuità di un progetto che dalla sua fondazione con Paolo Piubelli (presente e parte del nuovo direttivo) fino alla presidenza di Alessandro Tosato, ha saputo dimostrare capacità di conseguire ciò che si era promesso.

Oltre 130 i partecipanti, associati a Lignum ma anche aziende tra le più significative di tutto il territorio da Casale di Scodosia fino a Bosco Chiesanuova, da Trecenta fino al centro di Verona. Il Distretto unisce, all’insegna di uno spirito di evidente entusiasmo e voglia di fare squadra, divenendo nei fatti un motore non più legato solo ai fasti del mobile in stile ma al futuro dell’arredamento e dell’interior design firmato “Verona”. Un player che, numeri alla mano, torna ad essere riferimento per la nostra provincia e regione, ma anche per quelle vicine.

Il tutto destinato a crescere intorno al nuovo polo di alta formazione, che sfornerà innovazione e giovani esperti del legno-arredo che poi torneranno nelle loro città di origine portando con sé l’ideale del “made in Verona”.