Economia | 08 dicembre 2022, 10:00

CPO Lounge Community di Adaci: “Scenari senza confini” per il procurement e la supply chain

In uno scenario ad alta volatilità, in cui i parametri economici sono sopra la soglia di allarme e incidono pesantemente sul costo del lavoro, energia, trasporti, materie prime, scarsità di risorse e tassi di cambio in salita.

CPO Lounge Community di Adaci: “Scenari senza confini” per il procurement e la supply chain

Una tempesta perfetta per i direttori di acquisto e i supply chain manager di aziende capo filiera e non solo, che hanno partecipato attivamente al think- thank della Community CPO LOUNGE di ADACI, tenutasi a Stresa lo scorso 7 ottobre all’Hotel Regina Palace. Oltre 150 partecipanti, ad invito riservato per valutare i prossimi scenari, come connettersi al futuro consentendo alle aziende superare le difficoltà con la condivisione delle buone pratiche. Una due giorni coinvolgente e proficua in cui l’associazione ADACI è stata attrattiva, attuale nelle analisi e nella proposta su tematiche scottanti e complesse.

La CPO Lounge, Community dei Direttori Acquisti e Supply Chain Manager svoltosi venerdì 7 ottobre al Regina Palace Hotel di Stresa, “Scenari senza confini”, titolo evocativo di scenari possibili e alternativi per le supply chain locali e globali. Portarsi a casa un ottimismo generale nonostante analisi pragmatiche e taglienti di mix energetici, pricing, negoziazione, ricerca di nuove alleanze e consegne a “meglio tardi che mai”.

 

Federica Dallanoce, Vice Presidente Nazionale ADACI, ha dichiarato "Non diamo per scontato il valore creato durante il convegno. La community dei CPO, ha lavorato duramente nel definire le priorità durante questo 2022, ora lavoriamo per consolidare piani che coinvolgono i fornitori, rapporti di filiera e tra filiere, sapendo che le azioni che possiamo impostare ora, alle porte di un periodo difficile, porteranno vantaggi sicuri per le aziende. Le decisioni di dove e quanto allocare le risorse, sono decisioni impegnative e che richiedono rinnovati paradigmi di gestione e leadership e sono sempre molto impattanti ed impegnative. Molte delle decisioni chiave di oggi dipendono dalla qualità delle informazioni tempestive a cui accedere: informazioni locali e internazionali, connessioni di reti e tra paesi. Sono parte della community persone con grandissima esperienza con capacità tecniche molto solida, voglia di ampliare la visibilità downstream nella catena di fornitura, per far crescere e indirizzare gli investimenti e R&D dei fornitori sviluppando sempre di più aspetti di fiducia, di network, condividendo informazione e visione. E’ dimostrato da una recente analisi sulle priorità dei CPO e SCM che i Leader che condividono esperienze hanno maggiori probabilità di coinvolgere stakeholder, loro team e sono un riferimento per le nuove leve. 

 

Fabrizio Santini, Presidente  Nazionale ADACI ed AU di ADACI Formanagement in apertura sottolinea che “le dinamiche della supply chain, sono una priorità dell’agenda dei Board aziendali, l’abilità riconosciuta alla funzione nella negoziazione a scacchiera e in situazioni difficili e complesse talvolta anche sotto situazioni di dominanza, è un esercizio quasi retorico in questo contesto, in questi momenti si lavora sulla gestione del rischio, sulle partnership durature di fornitura, sulla flessibilità in pianificazione e ri-progettazione innovazione. È in questi momenti che abbiamo più bisogno di uscire e fare benhcmarking.” 

 

Prosegue Santini “Per questo motivo ospiteremo l’edizione internazionale dell’ IFPSM World Summit a Firenze il 2023 che avremo l’onore di organizzare insieme alla federazione mondiale portando in Italia il know-how delle 44 associazioni internazionali che rappresentano oltre 250.000 acquisitori”.

Approfondimenti con speaker autorevoli tra cui: Prof. Luciano Bozzo, Dott.ssa Alida Carcano, Prof. Giacomo Luciani, Alessandro Minon, Roberto Crippa, Chiara Vescovi e Ernesto Ciorra e Stella Di Carlo e numerosi altri relatori per una platea di circa 150 partecipanti e professionisti delle supply chain e procurement rendendolo un evento di alto spessore in termini di contenuto e di visibilità rendendolo anche accreditabile per il riconoscimento dei crediti formativi per il mantenimento dell’attestazione di qualificazione professionale Q2P ai sensi della legge 4/2013.

Fra i fattori che hanno contribuito a ridisegnare le mappe delle relazioni negoziali commerciali, politiche e di sviluppo abbiamo la Pandemia, le tensioni economiche e l’invasione russa dell’Ucraina. Di fatto le filiere di fornitura si muovono in un sistema mutato di priorità, non solo meramente economico.

 

Il Prof. Giacomo Luciani, Professore alla Paris School of international Affairs e alla University of Geneve, Master in Commodities Trading, ha evidenziato l’importanza di una “riduzione dei consumi” a 360 gradi per superare questo momento di crisi petrolifera e arrivare a un’autonomia verso il 2025. 

Il Prof. Luciano Bozzo, Professore di Relazione Internazionali e Studi Strategici all’Università di Firenze, ha illustrato i fattori di geopolitica internazionale dal “sisma ucraino a onde d’urto pericolose che pervadono l’intero sistema internazionale”, focalizzando l’attenzione sulle soluzioni flessibili e agili per resistere a tali sollecitazioni.

Si sono susseguite cinque “Panel Session” dedicate a conflitti negoziali, superamento della crisi, previsioni economiche che delineano un contesto con tante variabili in gioco. 

Scenari Geopolitici: il dilemma del negoziato Russia-Ucraina

 

Main Speaker Opening Session: Prof. Luciano Bozzo 

 

Chair: Federica Dallanoce - Vice Presidente ADACI

 

Marco Fioravanti - Senior Director Global Procurement, Hitachi

 

 

Giacinto Carullo - Chief Procurement & Supply Chain Officer, Leonardo - Member Board Director ATR-Aircraft

Katiana Iavarone - SVP & Chief Procurement Officer, Bekaert (intervento via webinar)

Matteo Perondi - Head of SCM Process Excellence, Vodafone

Maximiliano Bruno - Group General Manager, Gerosa Group


Scenari Geopolitici di Finanza: Equilibri Europei

Keynote speaker: Alida Carcano - General Manager BG Valeur (Gruppo Banca Generali) 

Guido Amendola - Senior Vice President Corporate & Group Supply Chain, Snam Spa

Anna Campi - Head of Procurement, Erg Spa

Giovanni Donolo - GBU ES Italy - Energy & Performance Excellence Director, Engie

 

Simone Miatton - CEO Michelin Italia

Scenari Internazionali: Il Puzzle del re-shoring e friend-shoring

 

Keynote speaker: Alessandro Minon - Presidente Finest Spa

 

 

Chair: Donato Gianantoni - Presidente ADACI Sezione Emilia Romagna/Marche

Valerio Barsacchi - Head of Procurement & Logistics, Asso Werke

Giacomo Mariotti - Global Purchasing Manager, Tiberina Group

Fabrizio Fassone - Regional Vice President, Southern Europe, JAGGAER

Gherardo Tani - Global Vice President Procurement, Hitachi Rail STS (TBC)

Marta Cordoni - Director Procurement, Leonardo Electronics Italy

Francesco Pelati - Global & Major Customer Senior Manager, Cribis


Alberto Carpinetti, Presidente Sezione Piemonte e Valle d’Aosta di ADACI “Si è parlato della precarietà 5.0 sviluppato in collaborazione con il team della CPO Community Sez. Piemonte composto da filiere complesse. Riconosciamo che siamo in una situazione che necessita di un cambiamento radicale che tocca tutto il processo di acquisto dalla selezione del fornitore alla gestione dei prototipi alla contrattualizzazione, alla gestione dei target imposti dal cliente finale e alla necessaria riproposizione lungo la filiera.”

 

 

Scenari di Risorse Umane 5.0: modelli organizzativi e paradigmi di leadership per gestire la nuova normalità 

 

Keynote speakers: Roberto Crippa - Supply Chain Director Tecniplast Spa

 

 

 

Chiara Vescovi - HR Manager Tecniplast Spa

 

 

Laura Mesisca - Direttore Acquisti, Michelin Italia

 

Gabriele Luzzo - Global Procurement & Planning Director, Sutter Industries Spa

 

 

 

Stefano Godio - Direttore Acquisti, Caleffi Spa

 

 

Riccardo Primon - Corporate Purchasing & Supply Chain General Manager, SEWS-CABIND

Lucia Simonato - Human Resources Director, Würth Italia Spa


Scenari di innovazione nel procurement: il procurement per un azienda più sostenibile e innovativa

 

Keynote speakers:_ Ernesto Ciorra - Chief Innovability® Officer Enel Group, Stella Di Carlo - Head of Innovability® Global Procurement_Enel Group

 

Chair: Fabrizio Santini - Presidente Nazionale ADACI

 

Mario Messuri - Senior Advisor, Techedge Group

 

 

 

Giancarlo Baglioni - Chief Operating Officer, Aon

 

 

 

Cristian Bolzon - CPO & Supply Chain Director, Breton Spa - Presidente ADACI Sezione Tre Venezie

 

 

 

Riccardo Rossi - Divisional Supply Chain & Spares Leader, Paper Converting Machine Company 

 

 

Enrico Actis - Plant Puchasing Manager and Global Commodity Manager, Dayco

“Quest’anno è successo qualcosa: finalmente la community nel momento del bisogno si è trasformata in un scambio attivo di informazione ma anche collaborazione totale nei più diversi settori” è l’analisi di Federica Dallanoce, segretario generale di ADACI.

 

“Evento interessante in questo momento particolarmente complesso. È il momento di condividere, solo insieme riusciremo a superare questa fase” Maurizio Sala, socio ADACI.

 

La sera prima, giovedì 6 ottobre, è stata invece l’occasione per celebrare i vincitori del premio “Procurement and Supply Management Excellence Awards 2022” (qui trovi l’articolo e le video interviste della premiazione). La partecipazione all’Excellence Award 2022 ha dato diritto ai crediti per il mantenimento dell’attestazione Q2P ADACI: tre crediti per coloro che hanno partecipato all’evento di premiazione e sei crediti per coloro che hanno ricevuto il premio. 

“L’Excellence Award del Procurement e Supply Management è un’opportunità unica per celebrare i risultati di una squadra o di un progetto. I professionisti del supply management hanno dimostrato un’enorme capacità di adattamento al contesto e di contribuire in modo concreto agli obiettivi aziendali” commenta Fabrizio Santini, Presidente Nazionale di ADACI. 

Per contatti e informazioni su ADACI

Tel: +39 02 40072474 (5)

e-mail: informazione@adaci.it

 

Sito web: www.adaci.it 

 

Community Verona Network