Risparmio | 06 novembre 2022, 16:00

BVR Banca è prima in classifica in Veneto per solidità

Lo status di banca solida è stato attribuito in seguito alla recente analisi svolta dalla rivista Altroconsumo Investi, prendendo in considerazione più indicatori per determinare un punteggio di solidità.

La sede di BVR Banca

La sede di BVR Banca

BVR Banca è stata riconosciuta tra gli Istituti di credito più solidi in Italia, con l’attribuzione di ben 5 stelle su 5, conquistando la 34^ posizione in Italia su 252 istituti di credito valutati ed in particolare

il primo posto in classifica tra le banche con sede in Veneto (punteggio di 328,33).

Il riconoscimento

Lo status di banca solida è stato attribuito in seguito alla recente analisi svolta dalla rivista Altroconsumo Investi, prendendo in considerazione più indicatori per determinare un punteggio di solidità, quali il Total Capital Ratio (che indica quanto la banca è sicura nel restituire il denaro ai propri clienti), il CET1 Ratio (che rileva la capacità di un istituto bancario di far fronte ad un'eventuale crisi finanziaria valutando il capitale a disposizione dello stesso) e il Texas Ratio (dato dal rapporto tra i crediti non preformanti e il capitale, al netto delle immobilizzazioni immateriali, sommato alle riserve accantonate per fronteggiare le perdite sui crediti), oltre alla frequenza di pubblicazione dei dati di bilancio ed alla loro completezza e trasparenza.

In particolare, per BVR Banca, al 30 giugno 2022, il Total Capital Ratio ed il CET1 Ratio raggiungono il 26,97% (il minimo regolamentare richiesto dalla BCE è il 7%), mentre il Texas Ratio si attesta al 23,03% (tanto più il valore è inferiore a 100%, tanto più la banca risulta in grado di far fronte ad eventuali perdite sui “crediti non preformanti”).

In seguito all’ondata di pandemia e alla luce delle turbolenze all’orizzonte, l’Associazione italiana che si occupa della tutela e dell’informazione dei consumatori, ha avvertito la necessità di misurare rigorosamente lo stato di salute in cui versano attualmente le banche italiane e rispondere al bisogno dei risparmiatori di avere indicazioni maggiormente dettagliate in merito agli Istituti a cui affidare i propri risparmi.

Obiettivo, infatti, dell’analisi è quello di stabilire quali siano le banche più sicure attive sul territorio nazionale, che possano garantire ai propri risparmiatori fiducia, sicurezza e tranquillità, a fronte di un quadro generale di incertezza che si prospetta per questo autunno e nel quale la BCE raccomanda alle banche massima prudenza. Le maggiori preoccupazioni derivano dalle conseguenze del conflitto ucraino, dai rincari di luce e gas e da un cotesto macroeconomico e geopolitico incerto.

È proprio in questo scenario che Banche Venete Riunite si inserisce e spicca tra le banche più solide, con più capacità di fronteggiare le sfide future e di stare al passo con i mutamenti in atto, confermandosi, ancora una volta, caposaldo per il proprio territorio di riferimento e per l’economia, giocando un ruolo da protagonista.

«Un tale risultato premia le scelte effettuate negli ultimi mesi dal nostro Istituto, volte a rafforzare la nostra solidità in vista delle turbolenze e dei notevoli mutamenti che caratterizzeranno il prossimo futuro – asserisce il Presidente Maurizio Salomoni Rigon. Il riconoscimento, tra l’altro, è un’ulteriore prova tangibile di come BVR Banca si avvalori quale riferimento sicuro per i propri risparmiatori».