Economia - 01 ottobre 2022, 13:12

Regione, allestito tavolo anti-crisi e di pianificazione

Si è tenuto nei giorni scorsi il tavolo di partenariato: la Regione ha incontrato il mondo economico, sindacati, enti locali e formazione. L'obiettivo è trovare soluzioni alla crisi, una su tutte quella energetica

Regione, allestito tavolo anti-crisi e di pianificazione

Si è riunito nei giorni scorsi un importante tavolo regionale a cui hanno preso parte rappresentanti delle principali categorie del mondo economico, imprenditoriale, associativo, sindacale, universitario e degli enti locali. Un momento chiave per il coordinamento delle politiche regionali: «Incontro positivo, abbiamo discusso di molti temi e dei problemi contingenti – sottolinea Zaia -: non solo Pnrr e aggiornamento dei fondi comunitari ma anche, e in modo particolare, di crisi energetica e interventi coordinati che possiamo realizzare. Gli stakeholder del Veneto sono tutti assolutamente aggiornati e concentrati: ringrazio i rappresentanti delle associazioni di categoria e delle parti sociali per come hanno affrontato seriamente e per come stanno affrontando questa partita, che prevede un lavoro comune».

Al tavolo, oltre al presidente della regione, anche l’Assessore al Bilancio Francesco Calzavara e all’Economia Roberto Marcato. Il Tavolo di concertazione per la programmazione generale, che funge da tavolo di Tavolo di Partenariato, è il punto di coordinamento fra le politiche regionali. Messa a punto una serie di strumenti: il Documento di Economia e Finanza Regionale (DEFR), il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), i Programmi co-finanziati con risorse europee 2021-2027 e i Piani regionali.

L’incontro è stato l’occasione per fornire una serie di dati di aggiornamento. In particolare, per quanto riguarda il PNRR, le risorse assegnate al Veneto ammontano a 4.644.353.631,78 euro mentre i Programmi co-finanziati con risorse europee 2021-2027 hanno messo in campo 2.950 milioni di euro. E’ stato affrontato anche il tema del caro energia, in relazione all’adozione del Nuovo Piano Energetico Regionale. I prossimi passi prevedono la condivisione dei contenuti del Rapporto Statistico Regionale 2022, focalizzato su congiuntura, energia e transizione digitale e una possibile articolazione in Tavoli settoriali di approfondimento con gli Assessori di competenza, su temi come lo sviluppo economico, il settore primario, la tutela dell’ambiente e sicurezza del territorio, le infrastrutture, la sanità ed il sociale. L’obiettivo è quello di arrivare a presentare una proposta condivisa al nuovo Governo.

SU