Green | 27 settembre 2022, 12:13

Villa Buri, 4 tavoli con giovani e istituzioni per progettare un futuro green

Appuntamento venerdì 30 settembre con "Become The Change", l'evento di apertura della Settimana Verde nel quartiere di San Michele Extra. In una dinamica di peer education, gli studenti si confrontano con il mondo della politica e delle associazioni. Al centro la sostenibilità

Villa Buri, 4 tavoli con giovani e istituzioni per progettare un futuro green

Insieme per il pianeta: giovani, istituzioni e stakeholder uniscono le forze per affrontare le sfide ambientali ormai sempre più urgenti. L’occasione è offerta dall’Ong veronese Progettomondo che, venerdì 30 settembre, dalle 17,  propone l’evento Become The Change in apertura della prima Settimana Verde promossa a Villa Buri.

Un gruppo di ragazzi e ragazze che hanno partecipato al campus estivo organizzato dall’associazione nell’ambito del progetto Erasmus+ Become. Be a ChangeMakerpresenteranno il Position Paper. E’ il punto di partenza per un confronto che si articola in 4 tavoli per lanciare idee e ascoltare gli amministratori e i rappresentanti di associazioni impegnate per l’ambiente.

Saranno presenti l’assessore all’ambiente del Comune di Verona, Tommaso Ferrari, e quello alle politiche giovanili, Jacopo Buffolo, insieme al presidente del consiglio, Stefano Vallani e alla vicepresidente del consiglio, Veronica Atitsogbe. Prenderà parte alla tavola rotonda anche un rappresentante di Amia. Dialogo aperto con presidenti di associazioni come Legambiente, Fiab Verona, Cocai, Reverse, gli Studenti Medi e la rete Udu, pronti a partecipare alle attività del cosiddetto Arcipelago ideato da Progettomondo.
Con l’occasione l’Ong veronese, nell’ambito del progetto “Become. Be a Change Maker”, donerà anche un albero al grande parco di Villa Buri.

«Abbiamo lavorato con un gruppo di ragazzi e ragazze che, dopo dopo aver approfondito la tematica in una dinamica di peer education, hanno stilato una serie di obiettivi e priorità sul tema della cura del pianeta e della partecipazione dei giovani nell’identificazione di soluzioni a livello locale – spiega Valeria Melegari dell’ufficio educazione di Progettomondo -. Il 30 settembre avranno modo di presentare brevemente alle istituzioni e agli stakeholder il lavoro svolto, per poi dare il via a un dialogo informale tra le parti, facilitato dai giovani stessi. Le adesioni ricevute confermano una grande apertura e volontà di condivisione e confronto, anche da parte dell’amministrazione. I presenti saranno coinvolti a ruota in alcuni tavoli di lavoro, che insieme formano quello che abbiamo definito un arcipelago. L’isola dei realisti, l’isola dei sognatori, l’isola dei pigri e l’isola dei Change Maker sono i nomi dei singoli tavoli in cui ognuno potrà dare la propria visione dello stato attuale, di quello che vorrebbe per il contesto in cui vive e di quali sono i freni e gli stimoli nella realizzazione di una città e di un mondo più sostenibile».

La Settimana Verde, in programma fino al 3 ottobre, è promossa dall’Associazione Villa Buri onlus con la partecipazione dell’Associazione Amici di Villa e Bosco Buri, cooperativa sociale Le Rondini, cooperativa sociale Panta Rei, Comunità di San Rocco di Castiglione, associazione Amici del Lazzaretto, Commissione Nuovi Stili di Vita e Diocesi di Verona. Verranno proposti attività e giochi per bambini, installazioni artistiche, proiezioni, passeggiate e letture nella natura, visite al Lazzaretto e alla Villa. Grazie ad Adige Rafting, si navigherà pure fino all’altra sponda dell’Adige.