Lavoro | 02 settembre 2022, 13:03

Antonio Ruffo nuovo presidente Esev-Cpt e Fondazione Edilscuola

Il titolare dell'azienda Costruzioni Ruffo sarà alla guida, per i prossimi 3 anni, della Scuola Edile di Verona oltre che della Fondazione. «L'obiettivo è valorizzare il settore e formare nuove generazioni», commenta il neo eletto

Antonio Ruffo nuovo presidente Esev-Cpt e Fondazione Edilscuola

Antonio Ruffo è il nuovo presidente di Esev-Cpt (Scuola Edile di Verona) e di Fondazione Edilscuola. E' titolare, insieme al fratello Arnaldo, dell’azienda di famiglia Costruzioni Ruffo Srl; inoltre, è consigliere di Ance Verona. Sarà in carica per il prossimo triennio. 

«Sono orgoglioso di intraprendere questa nuova esperienza – ha detto il presidente Ruffo – e cercherò di portare il mio entusiasmo e la mia visione dell’edilizia ai giovani che si formano in questa scuola. La nostra professione è molto complessa, per certi versi fa esprimere gli individui come artisti, e non ha nulla da invidiare ad altri percorsi o attività. Proprio per questo, tra i miei obiettivi ci sono quelli di valorizzare e di accrescere la professionalità di chi opera in edilizia, vista la grandissima evoluzione tecnologica, di materiali e di macchinari con cui ci si deve confrontare. Altro punto fermo sarà l’attenzione per la sicurezza, per chi si forma e per chi opera nel settore edile».

L’innovazione tecnologica, dei materiali, oltre alle tematiche del risparmio energetico sono alcuni punti del ‘progetto’ formativo condiviso dal nuovo presidente.

Antonio Ruffo succede a Marco Perizzolo che lascia Esev-Cpt dopo quattro anni di presidenza e sette, complessivamente, a capo di Fondazione Edilscuola: «Sono stati anni di grandi soddisfazioni – ha sottolineato Perizzolo -. Dopo un inizio mandato con qualche difficoltà, siamo riuscito, in collaborazione con i direttori che si sono avvicendati e con tutto lo staff, a ridare vigore a Esev-Cpt, a migliorarlo e a riportarlo dove merita. Auguro al nuovo presidente di ottenere grandi risultati e, oltre a questo, di realizzare un bel percorso di crescita anche a livello personale, perché essere alla guida di questo ente rappresenta un’esperienza che non tutti gli imprenditori possono vantare».