Imprese | 31 agosto 2022, 12:50

Frantoio Bonamini di Illasi porta a casa uno dei premi Lodo

Considerati gli oscar dell'olio, la 31esima edizione del Premio Lodo ha visto tra i protagonisti il frantoio veronese. Vince la menzione speciale come miglior Social Project grazie al suo “Veneto Valpoliccella Dop”

Frantoio Bonamini di Illasi porta a casa uno dei premi Lodo

Si è appena chiusa la 31esima edizione di Lodo, il più antico e prestigioso concorso internazionale dedicato alle eccellenze olivicole mondiali. Riconoscimento di qualità per il Frantoio Bonamini di Illasi che, con il suo “Veneto Valpoliccella Dop”, si aggiudica il Lodo Social Project.

Un progetto all’insegna del qualyfing gourmet, quello di Lodo, che ogni anno arricchisce la propria proposta anche attraverso la Lodo Guide: non una semplice guida, ma un racconto che celebra le produzioni delle aziende olivicole internazionali d’eccellenza. Tra le novità presentate in anteprima quest’anno anche “Le Strade dell’Olio”, una proposta audiovisiva ideata da Manuela Vigo e Vincenzo Federico Petisi, le anime dell’universo.

Assegnati i premi Lodo in un evento gourmet su misura; presenti, a Milano, tanti ospiti tra cui Sr. Christian von Loebenstein, Console Generale del Cile a Milano; special guest della giornata il maestro pasticcere Iginio Massari e Francesco Aquila direttamente dall’ultima edizione di Masterchef Italia.

Nella notte degli oscar dell’olio, ottiene il punteggio più alto in assoluto, diventando così Miglior Azienda dell’anno, è stata l’azienda Quattrociocchi. Ad aggiudicarsi il riconoscimento di Miglior Frantoio dell’anno, invece, è stata la spagnola Almazaras de la Subbética, che ha i propri oliveti a Carcabuey, in Andalusia. La Miglior Monocultivar è andata ai cileni del frantoio Puertas De Guarilihue, che si trova nella valle di Itata, nella Regione di Ñuble. A ricevere l’ambito Lodo Coup De Coeur è stato il siciliano Vincenzo Signorelli Olivicoltore. L’azienda Agricola Francesca Tumino, che vive e lavora a Mazzarrone, in provincia di Catania, si è aggiudicata il Pink Planet Award.

Quest’anno il Lodo Concept & Design Award è stato vinto dall’azienda umbra Farchioni che, grazie all’etichetta e al packaging di una delle sue bottiglie, è riuscita a rappresentare uno stile. Un riconoscimento consegnato ai vincitori dalle mani di Gisella Borioli, giornalista e art-director. In tutto sono stati 17 i vincitori – in altrettante categorie – di quest’anno, a cui si sono aggiunti nove premi speciali. Frantoiani che saranno nella sezione i “Volti dell’Olio”, che a partire da questa edizione saranno ritratti da uno dei più grandi fotografi di tutti i tempi: Oliviero Toscani.