Green - 01 luglio 2022, 12:28

Borchia: «I fondi ci sono, bisogna scattare verso il futuro»

Un planning preciso per la transizione ecologica quello dell'Ue che arriva ai microfoni di Verona Economia grazie all'intervento dell'eurodeputato della Lega, Paolo Borchia. Dalle Comunità energetiche all'idrogeno, il Veneto è pronto per un futuro green

Borchia: «I fondi ci sono, bisogna scattare verso il futuro»

«Il momento storico ci chiede di trattare con sensibilità il tema dell'energia, in un contesto Comunitario, nazionale e locale».

Sono le parole di Paolo Borchia, eurodeputato della Lega, che aprono il dibattitto sul caro bollette e l'approvvigionamento di risorse al centro della puntata speciale di Verona Economia. Andata in onda ieri sera alle ore 17 (live) verrà riproposta oggi, 1 luglio, alle 8 e alle 21.

CLICCA L'IMMAGINE E GUARDA L'INTERVISTA A PAOLO BORCHIA

Numerosi gli ospiti in presenza e da remoto per discutere sulle Comunità energetiche e festeggiare, insieme, i 99 anni di Lucense 1923: la storica centrale idroelettrica di Lugo di Valpantena compie quasi un secolo.

«Lucense è uno dei fiori all'occhiello della storia economica non solo veronese ma di tutto il Veneto - ha sottolineato Borchia -. Un'evoluzione importante che ci ha portato alle comunità energetiche grazie alla Direttiva sulle energie rinnovabili sulla quale, in Commissione europea, stiamo lavorando per mettere a punto la terza versione. Tanti i nuovi obiettivi in ottica 2050 ma già nel 2030 si prospetta un taglio del 55% delle emissioni rispetto ai livelli del 1990. Approdi ambiziosi a cui cerchiamo di avvicinarci il più in fretta possibile».

Messi a disposizione per l'Italia oltre 2 miliardi in seno al PNRR sul tema delle Comunità energetiche con la pubblicazione dei bandi prevista per il mese di luglio: «Entro il 31 dicembre 2025 verranno stipulati i contratti e i primi interventi dovranno essere conclusi non oltre il primo semestre successivo - sottolinea l'eurodeputato -. Il primo obiettivo che l'Italia si deve prefissare è accelerare i tempi e attivare le fonti rinnovabili, so che è dispendiosi ma bisogna azionare la macchina green. Inoltre, per la qualità della prestazione delle reti, della sicurezza, del digital le comunità sono un passo avanti a cui si aggiunge anche un plus con i fondi messi a disposizione per la produzione di idrogeno».

«Progetti avveniristici ma questa è la fase storica migliore: le risorse ci sono e vanno spese bene - conclude Paolo Borchia -. Uno dei focus è ricerca e sviluppo per la transizione ecologica, soprattutto in merito dell'approvvigionamento delle materie prime. In merito la Cina è diversi passi avanti rispetto all'Europa perché, in questi anni, si è assicurata fette di mercato importanti come il business del litio. In Italia siamo rimasti indietro: serve uno scatto in avanti, rapido e deciso ma anche studiato».

A questo link è possibile vedere la puntata integrale con tutti gli ospiti: https://radioadige.tv/app/live/live?w=21576 

SU