Lavoro - 27 giugno 2022, 13:14

Guida pratica per una buona officina meccanica

Dalle attrezzature all'ambiente di lavoro, un vademecum cu come si dovrebbe allestire un'officina per ottimizzare la performance professionale

Guida pratica per una buona officina meccanica

Qualsiasi appassionato del fai da te aspira a realizzare, possibilmente in un box o in una cantina, un luogo di lavoro dove accogliere tutta la sua attrezzatura per officina -  https://www.tme.eu/it/katalog/attrezzature-per-officina_112607, il che normalmente è destinato a rimanere un desiderio.

Anche se una buona officina meccanica può dare risposte a molteplici problemi, è evidente che ogni campo di attività richiede uno "specialista" adeguatamente dotato di competenze e di attrezzatura dedicata.

A titolo di esempio, diamo comunque un'occhiata a come potrebbe essere strutturata e attrezzata una buona officina meccanica per riparazione automotive.

Organizzazione dell'ambiente di lavoro

In ogni caso, in ogni buona officina devono trovare spazio solo utensili e attrezzature di alta qualità, a norma e resistenti al tempo e all’usura, in grado di offrire affidabilità e buoni risultati durante tutte le fasi di lavorazione.

L’area di lavoro deve essere attrezzata e ben organizzata, in modo da consentire di ottimizzare i tempi, per cui gli arredamenti di base che non possono assolutamente mancare sono:

•         Il banco di lavoro: fondamentale per avere a disposizione un piano multifunzione su cui installare gli attrezzi da banco ed eseguire i lavori che necessitino di un appoggio stabile e resistente.

•         Le cassettiere e i pannelli portautensili: devono essere resistenti, capienti e funzionali per organizzare in maniera razionale strumenti e utensili.

•         I carrelli portautensili: adatti e utilissimi per contenere e spostare gli attrezzi di uso corrente in prossimità del luogo in cui si deve lavorare.

Da tenere sempre nella massima considerazione anche le protezioni individuali e la sicurezza dell'ambiente di lavoro che, anche in operazioni ripetitive e apparentemente banali, possono fare la differenza nella prevenzione degli incidenti.

Le attrezzature indispensabili

Come si è detto, allestire correttamente un’officina meccanica significa migliorare la qualità e la sicurezza del lavoro, rendendolo più fluido ed efficiente, il che rende indispensabile scegliere un'attrezzatura che si distingua per qualità, robustezza e durata.

Tra i principali strumenti necessari possiamo indicare:

•         Ponti, cric idraulici e pneumatici: indispensabili per facilitare tutte le operazioni di sollevamento dei veicoli e consentire di lavorare con meno stress fisico e in assoluta sicurezza.

•         Gru di sollevamento: idonee a sollevare parti le meccaniche più pesanti (ad es. il blocco motore).

•         Trapani avvitatori, trapani, smerigliatrici sia mobili che da banco: utili per avvitare/svitare velocemente, effettuare forature di precisione, tagliare, smussare e levigare le superfici.

•         Saldatrice e altri prodotti per la saldatura.

•         Avvolgitori mobili di tubi e di prolunghe elettriche: utili per tenerli in ordine ed evitare confusione.

•         Lampade volanti: indispensabili per illuminare le parti dei veicoli su cui bisogna intervenire.

•         Compressore: per gonfiare e controllare la pressione delle gomme e per ripulire e asciugare rapidamente.

•         Chiavi e utensileria manuale: chiavi, pinze, rivetti, perni e tutti gli attrezzi di piccole e medie dimensioni utili alle operazioni di riparazione e manutenzione, costituiscono il vero "cuore" della dotazione di un'officina.

•         Ricambi: è importante anche dotarsi di una serie di ricambi di uso corrente al fine di effettuare le lavorazioni in tempi rapidi.

SU