Associazioni | 26 giugno 2022, 15:36

Carlo Grossule nuovo presidente dei Giovani di Apindustria Confimi Verona

Classe 1986, raccoglie il testimone da Michele Ghibellini nel segno della continuità. In particolare nel portare avanti alcune tematiche trattate nell’ultimo triennio: attenzione a sostenibilità e territorio oltre alla formazione delle giovani generazioni.

Carlo Grossule nuovo presidente dei Giovani di Apindustria Confimi Verona

È Carlo Grossule il nuovo presidente del Gruppo Giovani di Apindustria Confimi Verona, che riunisce gli imprenditori Under 40 aderenti all’Associazione delle Piccole e Medie Imprese di Verona e provincia. Classe 1986, diplomato perito meccanico, si laurea in Economia all’ateneo scaligero. Dopo aver maturato varie esperienze in aziende multinazionali nei settori del trasporto e della logistica, nel 2015 entra in Unimec srl, impresa della quale il padre è socio dal 1992, affermandosi come figura chiave e strategica. Nel 2019, dopo aver vinto un bando europeo, fonda assieme a quattro amici la Mother Tongue, società che si occupa di produrre e distribuire dischi in vinile per etichette indipendenti in tutto il mondo.

Da sette anni nel Gruppo Giovani di Apindustria Confimi Verona, Grossule raccoglie il testimone alla presidenza da Michele Ghibellini, ora alla guida Gruppo Giovani di Confimi Industria. Eletti anche i 14 consiglieri che affiancheranno il neo-presidente nel mandato triennale: Matteo Boschini (Linea Ufficio Service srl), Matilde Breoni (Mollificio Adige), Enrico Cappellari (Fomet srl), Michele Ghibellini (Officine Airaghi), Nikla Gobbi (Centro Stampa Cerea), Riccardo Lippa (Lippa srl), Elisa Meggiolaro (MGM srl), Andrea Nardi (Spac srl), Simone Santagata (Event-lab), Francesco Tosato (Monteverde Cooperativa Sociale), Matteo Valenti (Logim sas), Pierandrea Cudia (Viani Assicurazioni); infine Francesco Menegalli (Target Salute) e Luca Pezzo (V.M.T. srl), designati vicepresidenti. 

«Ricevo il testimone da Michele Ghibellini, imprenditore e collega, che nel corso degli anni è diventato un amico che ha saputo stimolare non solo in me ma all’interno del Gruppo Giovani temi e dinamiche mai scontati, con la capacità di guardare ad orizzonti lontani», esordisce Carlo Grossule, indicando tra le priorità del mandato quella «far tornare la passione e il coraggio alle nuove generazioni, nonostante il periodo difficile».

I giovani imprenditori lavoreranno nella continuità, seguendo direzioni già tracciate: l’attenzione alla sostenibilità in termini aziendali finanziari, ambientali, di risorse umane. La formazione delle giovani generazioni, spiega il neo-presidente: «Entrando nelle scuole per parlare con gli studenti e far conoscere quali opportunità possono cogliere per il loro futuro lavorativo. Collaborando con gli istituti alla realizzazione di percorsi formativi più allineati con l’attuale mondo del lavoro». Con uno sguardo al territorio, aggiunge: «Dobbiamo ritornare a vivere le nostre aziende, farle conoscere e incrementare la nostra rete di conoscenza andando a vedere di persona cosa i nostri amici associati realizzano, per poter essere noi primi promotori del made in Verona».

Positivo il commento di Michele Ghibellini nei confronti del suo successore, eletto all’unanimità nella sede dell’Associazione. «Aver condotto per questi tre anni e mezzo il Gruppo Giovani di Apindustria Confimi Verona è stato per me estremamente formativo e fortificante, anche perché il mio triennio è andato a coincidere con numerosi mutamenti di un contesto che rimane sfidante, nonostante le quotidiane difficoltà», sottolinea, definendo Grossule «imprenditore e persona sempre pronta a spendersi per gli altri, capace di trasmettere passione e serietà». In una fase di ricambio generazionale importante, conclude Ghibellini, «questa non può che essere una grande spinta e motivazione a proseguire il lavoro del gruppo, con attenzione all’innovazione e alla creatività».

Verona Economia