Economia | 22 giugno 2022, 12:20

Clivense, il sogno è realtà: chiuso crowdfunding, vola a quota 741 mila euro

Una vera e propria community quella del club della diga: 716 soci e 741.876 mila euro alla chiusura ufficiale della campagna. Una cifra oltre ogni aspettativa: l'obiettivo fissato da Pellissier e Zanin era di 150 mila euro

Clivense, il sogno è realtà: chiuso crowdfunding, vola a quota 741 mila euro

La Clivense da oggi allarga la propria famiglia. Attraverso la piattaforma Back to Work, il club della diga alle 23:59 di ieri ha chiuso la campagna di crowdfunding con la quale ha raccolto un totale di 741.876 mila euro. Protagonisti i propri tifosi ed appassionati che con le loro 716 sottoscrizioni hanno scelto il progetto di Pellissier e Zanin. L’obiettivo iniziale era di 150 mila euro, una cifra decisamente superata.

Quello della Clivense è un progetto di finanziamento che sceglie i tifosi. Loro diventano i protagonisti di questo racconto così raro, visto poche volte nella storia del calcio italiano. Un esempio, quello portato avanti della società di Pellissier, che lancia un segnale forte per alimentare la fiamma di questo sport che come non mai vede società italiane fallire o diventare prede degli affari di multimiliardari che le controllano dall’altra parte del mondo. In tutto questo fango il diamante della Clivense brilla forte ed illumina la strada di un nuovo cammino.  

Un progetto ambizioso quello del club della diga. «Noi fra cinque anni ci vediamo almeno in Serie B secondo le nostre previsioni, poi ovviamente rimane l’area sportiva, difficile da controllare se non impossibile. Nel nostro piano abbiamo voluto anche mettere, fuori obiettivo, la Serie A in sette anni: ci piace sognare, abbiamo ritenuto servisse anche un obiettivo del genere, Sergio ci spinge sempre a sognare in grande». Così Enzo Zanin, co-fondatore del club ed ex portiere del Chievo in Serie C e B dal 1986 al 1994. Una programmazione determinata che ha contribuito ad alimentare l’entusiasmo e la voglia della gente ad investire in questo progetto. Una storia da raccontare insieme. Una storia da giocare insieme.  

Lorenzo Bizzego