Economia | 20 giugno 2022, 12:04

U.S. Corbiolo: la Lessinia riparte dal Calcio a 5

Ai microfoni di Verona Economia, Roberto Sartori, team manager dell’U.S. Corbiolo, ci racconta il nuovo progetto di calcio a cinque in Lessinia. Una squadra giovane e motivata, pronta a cimentarsi nella Serie D.

U.S. Corbiolo: la Lessinia riparte dal Calcio a 5

Lo sport è uno dei temi caldi dell’economia in questo momento storico e uno dei traini di business è sicuramente il calcio. Ai microfoni di Verona Economia, Roberto Sartori, team manager dell’U.S. Corbiolo, ci racconta il nuovo progetto di calcio a cinque in Lessinia. Era già in cantiere qualche anno fa, ma purtroppo, come tante realtà ha subito una battuta d'arresto. Ora è ripartito con tenacia e voglia di continuare a giocare.

Partiamo però dall'inizio. Come nasce l'idea e come si struttura il progetto dell'U.S. Corbiolo?

Il progetto nasce circa tre anni fa dalla volontà e dalla passione del presidente e dal responsabile del settore calcio a cinque, Giuseppe Campedelli. L’idea è quella di una squadra che raccolga le potenzialità e i giovani del territorio: non solo un piano di business ma anche un modo per valorizzare la Valpantena attraverso lo sport.

 CLICCA L'IMMAGINE E GUARDA LA VIDEO INTERVISTA 

Quanto è importante che una realtà sportiva come questa possa fungere da motore per la ripartenza?

La situazione sanitaria dei due anni appena trascorsi ha rallentato molto il processo di formazione della squadra e del team ma, con non poca fatica, ci siamo riusciti. I giocatori e la società stessa sono stati messi a dura prova ma la voglia di ricominciare a giocare era troppo forte per mollare. Oltre al calcio a cinque c’è un’intenzione nobile che va oltre lo sport, quella di promuovere e valorizzare la Lessinia e la Valpantena. Un territorio da scoprire e da mettere in rete attraverso i giovani e i valori veicolati dal calcio.

Il prossimo anno parteciperete al campionato di Serie D, quali sono gli obiettivi?

Tra Lessinia e Valpantena, non esiste nessuna squadra che milita in Serie D. Noi saremo i primi.  Il primo obiettivo è giocare bene e far conoscere la società. Una mission resa concreta dal supporto dei nostri sponsor che ringrazio perché credono nel progetto U.S. Corbiolo è già è un team strutturato in termini di giocatori e di supporto tecnico. È una società del 1995 con 300 iscritti, 17 squadre: siamo a buon punto e da 3 anni a questa parte stiamo imprimendo una svolta nel calcio a cinque in Lessinia. L’anno prossimo inizieremo a giocarcela.

Quali sono i progetti futuri?

La squadra è fresca e pronta a giocare, è composta da ragazzi giovani intorno ai 25 anni. C’è tanto entusiasmo e non vediamo l’ora di poter dire la nostra in Serie D.

Erika Funari