Associazioni | 16 giugno 2022, 10:18

Casartigiani Verona sulle elezioni: pronti al dialogo con la futura amministrazione

Il presidente Luca Luppi chiede ai cittadini di recarsi alle urne il 26 giugno per il ballottaggio evitando la scarsa affluenza di domenica scorsa. Inoltre, chiede alla prossima amministrazione di sostenere artigiani e imprenditori

Casartigiani Verona sulle elezioni: pronti al dialogo con la futura amministrazione

I Veronesi si sono recati alle urne anche se in percentuale ridotta rispetto alle elezioni del 2017. «Non possiamo delegare agli altri il voto e poi lamentarci, questo comportamento non serve a nulla», è il commento di Luca Luppi, presidente di Casartigiani Verona.

Casartigiani Verona, senza sostenere un candidato particolare, in una nota stampa, si augura che il prossimo sindaco lavori per il bene di Verona e che sia disposto a confrontarsi con le Associazioni per trovare di volta in volta le soluzioni migliori ai vari problemi.

«E di questo periodo non bastano le dita di una mano per annoverare tutte le difficoltà che artigiani e piccoli e medi imprenditori incontrano e che noi tocchiamo con mano ogni giorno - spiega il presidente Luppi -. Nei nostri uffici arrivano tantissime persone cercando aiuto per accedere al credito, per destreggiarsi nei meandri della burocrazia, ma non solo. Dopo due anni di coronavirus, adesso la guerra ha iniziato a far sentire i suoi terribili effetti strangolando imprese e famiglie con rincari impensabili. E mai come adesso servono figure di riferimento, che sappiano parlare con le persone e con chi fa impresa».

Casartigiani quindi rinnova la sua disponibilità al confronto e alla collaborazione con i vari sindaci eletti della Provincia di Verona e per rilanciare tutte quelle attività indispensabili per sostenere il settore da qui in avanti. «Per tutti questi motivi il 26 giungo il nostro invito è quello di andare a votare, potrà apparire un gesto inutile o insufficiente: ma la democrazia è fatta così, si regge anche grazie a momenti come questo. Il vostro voto può fare la differenza», conclude il presidente Luppi.