Lifestyle | 10 giugno 2022, 12:27

Pomari: «Con Cinema Teatro Astra ripartiamo dalle emozioni»

Ai microfoni di Verona Economia, Marco Pomari, direttore artistico del Cinema Teatro Astra di San Giovanni Lupatoto. Buono il bilancio della stagione appena conclusa, la prima dopo lo stop dell’emergenza sanitaria. Tanti i progetti futuri, tra cui ristrutturazione degli spazi e teatro con le scuole.

Pomari: «Con Cinema Teatro Astra ripartiamo dalle emozioni»

Nei teatri veronesi si è appena conclusa la stagione della ripartenza: dopo due anni di spettacoli a singhiozzo, le platee sono tornate a popolarsi. Abbiamo stilato il bilancio e messo a fuoco i progetti futuri, anche quelli per la programmazione estiva, insieme a Marco Pomari: il direttore artistico di Cinema Teatro Astra di San Giovanni Lupatoto ai microfoni di Verona Economia per lo speciale cultura e spettacoli.

Cinema Teatro Astra è ormai una delle realtà artistiche di riferimento, come nasce e qual è la cifra di riferimento?

Nasce nel lontano 1940, quando un prete illuminato ha deciso di costruire un piccolo spazio dedicato per gli spettacoli di fianco alla parrocchia ma, nel 1970, purtroppo, si è verificato un incendio per un presunto corto circuito. E nel ‘78 poi è stato riaperto. Nell'84 è diventato anche teatro, prima era solo cinema.

Uno degli elementi che differenza la programmazione di Cinema Teatro Astra è un ampio spazio dedicato ai ragazzi a cui si aggiunge un cineforum (14+) dedicato a tutta la comunità. E poi c'è il teatro chieda quest'anno ospita sia la rassegna per bambini che quella per adulti, di prosa.

Qual è il bilancio di questa stagione appena conclusa?

Mi ritengo soddisfatto, quest'anno è nata molto bene. Dopo un periodo di difficoltà abbiamo portato a casa buoni numeri e un ottimo feedback da parte del pubblico. Abbiamo chiuso il 22 di maggio con il Festival del Teatro: una kermesse di 10 giorni scandita da 32 spettacoli. Meravigliosa!

E’ andata bene e abbiamo avuto due sold out, uno addirittura all’inizio di rassegna con il primo spettacolo del calendario, quello di Giacomo Poretti. È stata una bellissima serata, appagante vedere il teatro colmo di pubblico dopo tanto tempo. Ci ha piacevolmente stupiti la risposta data dai bambini e dalle famiglie, è stata la sezione di spettacoli con il rendimento maggiore.

Cinema Teatro Astra offre tante occasioni dalla scuola di teatro, siete anche co-organizzatori del Festival della Lessinia e tanto altro ancora. Qual è l'approccio della vostra scuola?

Ci sono diverse iniziative dal Festival, la Corte dell'Astra e ancora tanti altri progetti: sono tutti “figli” di “Altri posti in piedi”, la nostra scuola di teatro, che declina la sua creatività a seconda delle idee, del pubblico, degli interessi. L’elemento centrale del nostro approccio è l’apertura a diverse forme d’arte, alla sperimentazione: continuiamo a lavorare per offrire un grande spazio aperto in cui si può fare cultura.

Teatro Astra è una fucina di progetti, quali sono quelli per questa estate?

Stiamo uscendo in questi giorni con la programmazione per tutta la stagione mentre è già fuori quella dello spazio esterno, Corte dell’Astra: ospiterà 39 eventi in 7 settimane. Lunedì il teatro per bambini, il mercoledì la prosa, il giovedì un evento dove ci sarà cinema, musica dal vivo; inoltre,  collaboriamo con il mercatino Mattarà, quindi ci sarà un mercatino dell'usato vintage a cui si aggiungono diverse esposizioni di artisti veronesi. Primo appuntamento da segnare in agenda, il 29 giugno con Nuova Barberia Carloni e poi il 27 giugno con Cappuccetto Rosso nella pancia del lupo dedicato ai più piccoli.

Quindi una buona scia sulla quale proseguiranno i progetti futuri: cosa ci riserverà Cinema Teatro Astra ?

Stiamo iniziando una ristrutturazione molto importante del cinema Teatro Astra, che però ci permetterà di ospitare ancora più eventi e soprattutto di allungare anche il periodo nel quale possiamo organizzare gli spettacoli perché, finalmente arriverà l'aria condizionata. Oltre a questo, sistemeremo la platea e il palcoscenico. Per il rinnovo dobbiamo ringraziare per il sostegno il Comune di San Giovanni Lupatoto.

L’altro grande progetto che vedrà la luce nel 2023 è il teatro per le scuole, che non è solo il teatro visto dalle scuole, ma anche il teatro fatto dalle scuole. Quindi ci sarà la possibilità per tutte le classi dei dell'IC di San Giovanni Lupatoto di venire a teatro a vedere gli spettacoli, ma chi vuole potrà anche salire sulla scena.

Erika Funari