Associazioni | 10 giugno 2022, 11:25

Il veronese Carlo Trestini è vicepresidente ANCE Nazionale

Associazione nazionale costruttori edili ha eletto come presidente Federica Brancaccio, al suo fianco una vicepresidenza tutta scaligera grazie a Trestini. Durante il suo mandato si occuperà di relazioni industriali e affari sociali.

Il veronese Carlo Trestini è vicepresidente ANCE Nazionale

L’Assemblea dell’Associazione nazionale costruttori edili si è riunita a Roma e ha eletto come presidente Federica Brancaccio. Al suo fianco il veronese  Carlo Trestini, vicepresidente Relazioni industriali e affari sociali.

«Rappresentare Verona con una carica così importante in ambito nazionale - commenta Trestini - è un premio all’impegno e alla passione che la nostra Associazione ha sempre messo in tutte le attività e iniziative, con l’obiettivo primario di dare alle imprese tutto il supporto necessario».

Federica Brancaccio, imprenditrice napoletana, ha raccolto netta maggioranza di voti già al primo turno. Arriva alla presidenza dopo essere stata, fino allo scorso marzo, al vertice dell’Associazione Costruttori Edili di Napoli, e prima ancora vicepresidente della Commissione Relazioni Industriali e Affari Sociali e componente del Consiglio Generale. 

Eletta anche la squadra di Presidenza che vede: Carlo Trestini, vicepresidente Relazioni industriali e affari sociali, Domenico De Bartolomeo, vicepresidente Rapporti interni, Luigi Schiavo, vicepresidente Opere pubbliche, Stefano Betti, vicepresidente Edilizia e territorio, Massimo Deldossi, vicepresidente Tecnologia e innovazione, Vanessa Pesenti, vicepresidente Economico fiscale tributario, Piero Petrucco, vicepresidente Centro studi.

È stato inoltre eletto Stefano Frangerini in qualità di Tesoriere. Delega speciale a Marco Dettori per la transizione ecologica, fortemente voluta dalla Presidente che ha posto grande attenzione al tema già nel suo programma.

Nel ringraziare per il sostegno ottenuto, Brancaccio ha dichiarato che opererà nel solco tracciato dalla precedente presidenza «Dalla quale ricevo un’eredità eccezionale. Sono tanti i prossimi impegni che attendono l’Associazione ma sono sfide che dobbiamo affrontare per dare un concreto sostegno alle imprese, in questo momento di grandi tensioni politico-economiche».