Green | 13 maggio 2022

Citres, Comune e Centro Riuso: insieme per una Verona sostenibile

Conclusi con successo i progetti del "Patto di sussidiarietà", la collaborazione siglata da Comune di Verona, Centro Riuso Creativo e Citres, azienda leader in sottoli e sottaceti. Una serie di eventi per promuovere l'economia circolare e sensibilizzare le nuove generazioni

Citres, Comune e Centro Riuso: insieme per una Verona sostenibile

Sostenibilità è un termine di tendenza, sinonimo di benessere e di pratiche positive che coinvolgono sia l’ambiente che la comunità. Un tema non solo legato al green ma anche alla filiera di produzione con il relativo impatto ambientale e sociale.

Una volontà di progresso che è il collante del Patto di sussidiarietà firmato da Citres, azienda veronese leader nella produzione di sottoli e sottaceti, Comune di Verona e Centro Riuso Creativo.

Il centro è una realtà attiva da oltre 10 anni e organizza, valorizza e promuove esperienze educative di riuso delle risorse, sensibilizzando sui temi della sostenibilità e dell’economia circolare, tramite la creatività manuale e il recupero di materiali.

Partner dell’iniziativa, il Comune di Verona grazie alle figure di Giuseppe Baratta, Dirigente Affari Generali Decentramento e Lisa Lanzoni, Responsabile Attuazione della Sussidiarietà e Innovazione Amministrativa.

Il progetto ha come obiettivo promuovere azioni a favore di uno sviluppo sostenibile e per la cura della Città e la sensibilizzazione del territorio.

La prima iniziativa messa in campo vede al centro l’economia circolare: consiste in una serie di video girati presso il Centro di Riuso che spiegano come dare nuova vita ai vasetti Citres.

A seguire, si sono appena conclusi nel mese di aprile, una serie di laboratori dal titolo “Affare Futuro!”. Co-finanziata dal Comune di Verona e dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani-ANCI, l’iniziativa ha visto impegnati gruppi di ragazzi delle scuole superiori in un percorso di 5 incontri.

Con agri-Parco Villa Are, il Centro di Riuso Creativo e la Direzione Ambiente del Comune, sono stati coinvolti attivamente i giovani studenti creando un kit per realizzare un terrario utilizzando i materiali messi a disposizione dai partner partecipanti al progetto.

L’ultimo appuntamento si è tenuto questa settimana in Arsenale con la consegna delle cassette realizzate alle scuole della città nel momento finale del progetto "Facciamo Goal con Agenda 2030".

Un esempio tangibile di rete nella comunità territoriale, per la cura del bene comune, della sostenibilità e la promozione dell’economia circolare attraverso una piccola azione per la collettività.

Citres ha aperto la strada ad un progetto che vede il progressivo coinvolgimento di nuove importanti realtà tra cui Confindustria Verona.

Una completa integrazione tra imprese, istruzione, ambiente, istituzioni e cittadini che si pone come obiettivo diventare un punto di riferimento per la sostenibilità come stile di vita.