Green | 06 maggio 2022

Tutti i benefici di vivere in case abitabili coibentate

Scegliendo una abitazione coibentata realizzata con legno di prima scelta e con le giuste tecniche di progettazione e costruzione, sarà possibile avere un microclima interno ideale durante tutto l’anno, senza dover accendere il climatizzatore o il riscaldamento come faresti in una classica casa in muratura.

Tutti i benefici di vivere in case abitabili coibentate

Le case abitabili coibentate sono la miglior soluzione in cui una persona possa vivere: non saranno certo degli hotel, nei quali è possibile avere una temperatura interna ideale, ma si avvicinano di molto.

Infatti, scegliendo una abitazione coibentata realizzata con legno di prima scelta e con le giuste tecniche di progettazione e costruzione, sarà possibile avere un microclima interno ideale durante tutto l’anno, senza dover accendere il climatizzatore o il riscaldamento come faresti in una classica casa in muratura.

Ora che ti abbiamo anticipato qualche dettaglio in merito alle case abitabili coibentate, andiamo ad analizzare più in dettaglio i vari aspetti positivi che le rendono uniche nel loro genere e molto apprezzate in tutto il mondo.

Case abitabili coibentate

Proprio come accade per le classiche case in mattoni, le case abitabili in legno sono soluzioni da vivere 365 giorni l’anno, nelle quali ospitare i propri amici oppure guardarsi un film in totale tranquillità.

Ma andiamo ora a vedere più in dettaglio il significato del termine ed i benefici offerti da questo lavoro, che per molti potrebbe sembrare superfluo.

L’isolamento termico delle case abitabili in legno

L’isolamento termico è una proprietà naturale del legno, così come l’isolamento acustico, la resistenza agli eventi sismici o al forte vento, la longevità, la salubrità dell’aria, il basso impatto ambientale etc.

Le definizioni

Tuttavia, quando si parla di isolamento termico non si ha bene in chiaro di cosa si sta parlando. A tal proposito, citando il dizionario “Treccani”, cercando la voce “isolamento termico” compare il termine “pannèllo”, ossia:

In edilizia, lastra di piccolo spessore costruita con materiali diversi e applicabile anche senza telaio a scopo di isolamento termico o acustico o di protezione contro l’umidità o contro gli incendî.”

Sempre citando il “Treccani”, per “isolaménto” si intende:

“In fisica, tecnica mediante la quale si può ostacolare in modo più o meno completo il passaggio di energia sonora o di calore attraverso una parete (i. acustico, i. termico), oppure di correnti elettriche tra conduttori a diverso potenziale (i. elettrico). Anche, la condizione di un corpo o di un ambiente che non trasmette ad altri corpi o ambienti le sue modificazioni acustiche, termiche, elettriche.”

In linea generale, le case abitabili ecologiche vengono realizzate con dei pannelli in legno, i quali possono essere più o meno isolanti con dei materiali specifici per eliminare i ponti termici, un punto critico per quanto riguarda la dispersione di calore, ed evitare la formazione di condensa e, conseguente, umidità.

Punti a favore

I benefici nel vivere all’interno delle case abitabili coibentate sono i seguenti:

●       Abitazione in classe A: coibentare le case abitabili permette di avere una minor dispersione del calore (tieni presente che, in genere, la dispersione dalle pareti rappresenta fino al 30% delle perdite di calore), il che si traduce in una maggior efficienza energetica ed una minor quantità di energia necessaria per riscaldare e rinfrescare gli ambienti interni;

●       Comfort abitativo: un “benefit” di grande valore offerto dalle case abitabili coibentate è quello relativo al comfort, poiché una casa isolata termicamente è in grado di offrire un microclima interno ottimale durante tutto l’arco dell’anno, proprio perché non c’è scambio di calore tra interno ed esterno, senza dover accendere un climatizzatore o il riscaldamento;

●       Riduzione dei consumi: questo aspetto è strettamente legato all’efficienza energetica discussa al primo punto. Difatti, consumando meno energia per produrre calore all’interno degli edifici, si avrà una riduzione dei consumi e del costo in bolletta (meglio ancora se nella casa viene installato un impianto fotovoltaico, che renderebbe la struttura totalmente indipendente ed autonoma);

●       Riduzione delle emissioni di gas serra: questo perché il legno è in grado di assorbire e trattenere al suo interno l’anidride carbonica, che altrimenti verrebbe dispersa nell’aria e nell’atmosfera. Evitando di emettere i gas nell’atmosfera, si contribuisce (perlomeno in minima parte) a ridurre i rischi relativi al cambiamento climatico.

Senza dimenticare che un buon lavoro di coibentazione può aumentare la vita all’edificio,

La coibentazione su misura

Tieni presente che ogni costruzione è a sé, perciò dovrà essere realizzato un lavoro di coibentazione “su misura”, che varierà in base alla zona climatica in cui si trova l’edificio, eventuali vincoli tecnici e la disponibilità economica del cliente.

In generale, l’isolamento termico riguarda l’involucro opaco dell’intera struttura; quindi, non solo le facciate, ma anche (e soprattutto) il tetto ed i solai orizzontali a contatto con la terra o con l’esterno.

Chi dovrebbe coibentare casa?

A nostro avviso, coibentare una casa è un investimento a lungo termine, che permetterà agli inquilini di risparmiare sulle bollette, avere una casa in classe A ed avere un comfort abitativo senza eguali.

Tuttavia, è capibile che non tutti vogliano coibentare una casa in legno, soprattutto se si tratta di una casa poco vissuta; a tal proposito, se sfrutti la tua casetta solo nel periodo estivo, molto probabilmente non avrai bisogno di una coibentazione totale (anche se potrebbe tornare utile per evitare che il calore esterno penetri all’interno dei locali), al contrario, se pensi di abitare all’interno della struttura per tutto l’anno, allora dovrai riflettere su che lavoro di coibentazione svolgere.

Tieni presente che un buon lavoro di coibentazione per case abitabili in legno, ti permetterà di trascorrere estate fresche ed inverni caldi all’interno, oltre che una notevole riduzione dei consumi di riscaldamento e climatizzazione del 20-40%.

Le case abitabili di Maestro Case

In quest’ultimo paragrafo relativo alle case abitabili, vogliamo parlarti di un produttore leader in Europa per la produzione di edifici in legno: Maestro Case.

Maestro Case nasce nel 2008 a Kaunas in Lituania e, di lì a poco, inizia ad espandersi un po’ in tutta Europa, andando a coprire anche il mercato dei seguenti paesi: Polonia, Svezia, Finlandia, Spagna e Portogallo.

Nel 2021 Maestro Case entra anche nel mercato italiano e britannico, con numerose opportunità, progetti innovativi ed esperienza; basti pensare che dal 2008 al 2021 Maestro Case ha firmato oltre 10.000 progetti tra abitazioni e costruzioni in legno.

Ad oggi, Maestro Case opera a pieno regime in Italia ed ha già concretizzato numerosi sogni; sono molte le persone che, nell’arco di sei mesi, hanno trasformato i loro sogni in realtà.
A tal proposito, il catalogo di questa azienda offre numerose soluzioni abitative (e non solo) per tutte le tasche: si parte da una piccola casetta in legno per gli attrezzi di 5mq a partire da 3.000€, fino ad arrivare a delle case abitabili vere e proprie a partire da 20.000€ (nel loro catalogo puoi trovare numerose case a partire da 44mq, fino ad arrivare a 140mq).