Lifestyle | 05 maggio 2022

“Cavalli in Villa”: torna la kermesse dedicata all'equitazione e al territorio

La start up, che elegge il cavallo ad alfiere della cultura, sbarca in provincia di Venezia a Villa Farsetti. Appuntamento per questo fine settimana, dal 6 all'8 maggio. 250 i cavalieri al via oltre a gite in E-Bike, fino a sfilate di auto d’epoca e mostre d'arte

“Cavalli in Villa”: torna la kermesse dedicata all'equitazione e al territorio

Il maxi evento itinerante “Cavalli in Villa” che porta il cavallo ad essere alfiere della cultura in cinque ville venete lungo tutto il 2022  fa tappa a Venezia, presso Villa Farsetti nel comune di Santa Maria di Sala.

Appuntamento per questo week end, dal 6 all'8 maggio, con una serie di appuntamenti aperti al pubblico e gratuiti, volti a valorizzare il territorio attraverso un mentore d’eccezione con coda e criniera.

Dopo il debutto e la prima tappa a Villa Bassi ad Abano Terme, il week end dell’8-10 aprile scorso, “Cavalli in villa” porta la meravigliosa dimora rococò al centro di un ricchissimo carnet di iniziative: dal concorso di salto ostacoli A5,che vedrà ogni giorno circa 250 tra cavalieri e amazzoni provenienti da tutta Italia mettersi alla prova in una delle discipline equestri olimpiche massimamente adrenaliniche, fino a test e gite gratuite in sella a E-Bike di ultima generazione messe a disposizione da Askoll, prenotabili sia sul sito cavalliinvilla.it sia in loco.

Uno spazio speciale, poi, sarà dedicato ai più piccoli con il “Villaggio del Bambino”, dove sarà possibile fare il battesimo della sella e sperimentare nuovi percorsi socio-educativi in sella ai pony. Due, invece, le mostre in essere all’interno di Villa Farsetti: quella fotografica “Il Profumo delle Criniere”, con suggestive immagini ad alta definizione di trekking a cavallo, corredate da frasi e riflessioni sul senso del viaggio, e quella di pittura “Note: origini a capo”, con le opere del maestro Sergio Rando. Non mancherà nemmeno il focus economico con il Salone d’Impresa, che ha scelto questa occasione per festeggiare i 20 anni dalla fondazione e presenterà venerdì il forum d’attualità sul tema: “L’impresa shock: Come cambiano le persone e le organizzazioni? Bussole di orientamento, strumenti e percorsi di intervento”.

Vittorio Sgarbi, cicerone dell’evento, terrà sabato (dalle 18 alle 19) un intervento aperto a tutti presso il teatro di Villa Farsetti, nel quale porterà il pubblico all’interno di un excursus storico e artistico delle ville venete e dei tesori che racchiudono, a cui seguirà la presentazione del suo libro “Ecce Caravaggio”. Qui, il noto critico d’arte, racconterà aspetti inediti sulla recente scoperta del dipinto “Ecce Homo Ansorena”, la cui paternità di firma pare confermata da buona parte degli studiosi e sulla quale Sgarbi, invece, non ha dubbi. Il volume raccoglie tutto quello che si sa a oggi sull’opera: il patron di "Cavalli in villa" argomenterà le sue ricerche e le scoperte fatte fino a ora. 

Nel week end, poi, ci saranno appuntamenti unici e da non perdere. Da un viaggio dentro l’incredibile ruolo del cavallo con le persone disabili, grazie alla presentazione sabato del libro “Il Miracolo dell’ippoterapia” di Luigi Bisignani che porterà il pubblico (sabato, dalle 16 alle 17 presso il teatro della villa) dentro il preziosissimo lavoro fatto dal Centro Equestre San Raffaele, fino a un tuffo nella storia e poesia delle dimore storiche, con il convegno dell’Istituto Regionale Ville Venete (IRVV) seguito da quello dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, sul patrimonio sociale, storico e culturale che esse rappresentano (sabato, dalle 15 alle 18, sempre nel teatro)E ancora inediti “dietro le quinte” con il direttore della fotografia Franz Pagot, che metterà in scena una battaglia a cavallo in armatura medioevale svelando i segreti di chi lavora con i cavalli nei grandi film. Ma anche teatro equestre, grazie alle emozionanti acrobazie con cavalli in libertà dell’artista Rudy Bellini, esposizione e sfilate d’auto d’epoca che hanno fatto la storia dell’Italia organizzate dall’Automobilclub Storico Italiano (ASI) e lezioni di biodiversità, tenute dell’Arma dei Carabinieri che racconterà l’importanza dei boschi per il pianeta e quello che ognuno di noi può fare per aiutare l’ambiente.

Il fine settimana sarà anche all’insegna del turismo equestre, con un folto gruppo di cavalieri e amazzoni che percorreranno diversi chilometri nel territorio intorno alla villa, facendo tappe culturali ed enogastronomiche in alcuni dei luoghi più caratteristici della zona grazie al supporto organizzativo di Agriturist Veneto. Inoltre musica speciale a “Cavalli in Villa” grazie alle note del pianoforte a coda di Paolo Zanarella, il “Pianista fuori posto”, che porterà un’atmosfera unica che sposa la frequenza di 432 MH, mentre uno speciale servizio di osteopatia per cavalli e cani, affiancato dalla Horse Ambulance, sarà un’altra peculiarità dell’evento, che vuole portare al centro il reale benessere degli animali.  

“Cavalli in Villa” è un’iniziativa promossa da FISE Veneto (Federazione Italiana Sport Equestri) affiancata da FISE nazionale, dal Coni Veneto e patrocinata da Sport e Salute, sotto l’egida del Governo Italiano, della Regione Veneto e dei cinque Comuni che ospitano gli eventi lungo l’anno: dopo il debutto a Villa Bassi ad Abano Terme (8-10 aprile 2022) e Villa Farsetti, nel week end alle porte, sarà la volta di Villa Pisani a Bonetti a Lonigo in provincia di Vicenza (11-12 giugno), Villa Caffo Navarrini, a Rossano Veneto (23-25 settembre) e infine Villa Corner, a Cavasagra di Vedelago in provincia di Treviso (1-2 ottobre). Qui il programma del week end a Villa Farsetti. Main sponsor dell'evento KEP Italia, leader di mercato nella progettazione e realizzazione di caschi per l'equitazione e la mobilità urbana. 

«È necessario riconoscere il ruolo fondamentale della cultura nello sviluppo della persona - commenta la presidente di FISE Veneto Clara Campese, tra gli ideatori dell’iniziativa -. La storia, l’arte, la tradizione, i fatti accaduti, sono memorie preziosissime che vanno condivise, conosciute e nutrite. “Cavalli in villa” erge il cavallo ad essere alfiere d’eccellenza per promuovere questa nostra condivisa ed enorme cultura, dove lo sport ne è un fulcro, all’interno di contesti che già di per sè hanno tanto da raccontare. Questo progetto vuole portarci, insieme, a rivivere e consolidare un’antica e profonda alleanza tra uomini, animali e territorio per valorizzarne e viverne l’unicità».