Associazioni | 02 maggio 2022

Giovani Commercialisti Verona: confermato Pitondo alla guida

L'associazione scaligera che raduna i commercialisti under 43, ha rinnovato il consiglio direttivo. Al timone rimane Andrea Pitondo; confermati consiglieri ma anche nuove nomine.

Giovani Commercialisti Verona: confermato Pitondo alla guida

L’Unione Giovani Dottori Commercialisti di Verona (UGDC), l’associazione che raduna numerosi commercialisti under 43, ha rinnovato il consiglio direttivo.

Andrea Pitondo confermato presidente per il secondo mandato. Tra i consiglieri, Matteo Tambalo, Margherita Glisenti, Francesco Moretto, Alberto Tiziani, Giuliana Busti, Carlotta Cena e Alister Giarola. L’assemblea ha nominato inoltre Emanuele Dorio, Maria Paola Cattani e Ludovico Mantoan membri del collegio dei probiviri.

«Il prossimo triennio 2022-2024, si annuncia ricco di sfide per la nostra professione - dichiara il presidente Andrea Pitondo - i temi del digitale e del futuro della professione ci devono trovare preparati per gestirne il cambiamento. Il contesto economico e geopolitico rende oggi ancora più importante la riflessione. In questo contesto la vita di associazione potrà essere ancora più utile per i commercialisti che troveranno in Unione Giovani un luogo di confronto e crescita professionale».

La nuova squadra ha già programmato numerosi progetti da mettere in campo per coinvolgere gli associati nella formazione professionale e consolidare la rete di relazioni ed esperienze avviate nel precedente mandato: «Il concetto di squadra - prosegue Pitondo - è uno di quelli a cui siamo più affezionati e che più vorremo sviluppare in questo nuovo mandato, affinché si consolidi un gruppo coeso di giovani che possa fare il bene della professione ed essere interlocutore attivo sul nostro territorio. Crediamo che mettere a disposizione dei colleghi il proprio tempo, passione e forze sia importante per il futuro della nostra professione; il prezioso contributo di tutti gli associati è la linfa che favorisce la buona riuscita delle nostre attività».

Tra i punti di forza del consiglio, che vede la partecipazione paritaria di giovani commercialisti e commercialiste, c’è la varietà di esperienze maturate dai componenti in campo professionale e associazionistico. I consiglieri confermati offriranno continuità ai progetti già avviati nel precedente mandato con l’ottica del lungo periodo, le idee dei nuovi entrati e il loro entusiasmo darà i suoi frutti già dal prossimo mese di maggio con l’avvio delle attività