Imprese | 29 aprile 2022

«Pronta una partnership con una piattaforma internazionale»

Enzo Zanin, co-fondatore e vicepresidente di FC Clivense, esprime grande entusiasmo e soddisfazione per l'apertura della campagna di equity crowdfundig che in poche ora ha già raggiunto l'obiettivo minimo, superando abbondantemente la soglia dei 150 mila euro, arrivando a quasi 300 mila. Zanin ha annunciato una nuova collaborazione con una piattaforma internazionale da 11 milioni di utenti.

«Pronta una partnership con una piattaforma internazionale»

Appena aperta la campagna di crowfounding e ha già riscosso grande successo: F. C. Clivense è un progetto che sta prendendo forma. A commentare questi primi momenti di mercato Enzo Zanin, co-fondatore della società sportiva

Prima dell’apertura della campagna di crowdfunding immagino ci fosse un po’ di tensione, che però è stata ripagata con dei primi risultati che vanno ben oltre le aspettative…

La tensione di quando parte un progetto nuovo c’è sempre, non sapevamo come la gente avrebbe recepito l’iniziativa. L’emozione continua, però. Dopo i risultati di questi primi giorni non possiamo che essere contenti.

Dati parziali testimoniano oltre 160 sostenitori e quasi 240mila euro raccolti, quindi un risultato importante. Quando avete deciso di ricorrere a questa modalità?

Dal primo giorno in cui io e Sergio ci siamo parlati. Abbiamo voluto sin da subito aprire le porte ai tifosi e permettere a chiunque di partecipare attivamente alla vita della società. Poi abbiamo cercato insieme lo strumento giusto, facendoci aiutare anche da Phoenix Capital, nostro consulente finanziario.

Quali sono i prossimi obiettivi che vorreste raggiungere dopo questa partenza “in quarta”?

Abbiamo obiettivi ambiziosi. Abbiamo circa sessanta giorni di tempo per raggiungere l’obiettivo di crowdfunding, e poi gli obiettivi si distribuiranno lungo più anni. Il principale, al momento, è formare una squadra competitiva per l’anno prossimo per competere nella categoria della serie D.

La squadra ha poi recentemente vinto il campionato di Terza Categoria. Immagino la grande soddisfazione che anche lei ha provato…

Vincere non è mai facile. Non era così scontato, il presidente ha giocato una partita sola. Sono i giocatori i veri campioni, e ricordo che la squadra è stata formata in una settimana. Va dato merito al grande lavoro fatto dal mister e dal suo staff, ma soprattutto alla squadra. Cominciare una storia con una vittoria è senza dubbio un traguardo importante per il quale non possiamo che provare gioia.

Se dovesse spiegare a una persona che viene a conoscenza soltanto ora della notizia del crowdfunding di Clivense, come lo spiegherebbe? Perché una persona dovrebbe compiere questa scelta?

Perché è un progetto nuovo, bello e innovativo. Mira a un calcio diverso e più etico. Abbiamo parlato tanto di calcio sostenibile e inclusivo e finora i risultati sono stati soddisfacenti. Con “sostenibile” intendo sia a livello ambientale che economico. Il nostro piano strategico è già costruito tenendo conto delle novità normative della Uefa. I numeri sono quindi molto solidi e dobbiamo mantenere fede ai nostri impegni. Vogliamo che sia uno sport inclusivo, poi, e che quindi possa accogliere tutti. Vogliamo creare una squadra femminile, un settore giovanile importante e una squadra per gli atleti diversamente abili. È l’occasione per dimostrare che si può fare un calcio diverso. Noi ci crediamo e speriamo che altri ci credano con noi.

Questo disegno è nato di recente o ce l’aveva in mente da tanto tempo?

Sono nel calcio da più di trent’anni, sia da calciatore che da dirigente. L’ho visto nella sua parte più bella e nelle sue distorsioni. Quest’idea è quindi frutto di tanti anni di calcio vissuto. Volevo dare il mio contributo per renderlo un po’ diverso, e Sergio era della mia stessa idea.

Guarderete anche all’estero nella ricerca di soci?

Sì, fa parte del nostro piano di comunicazione. Abbiamo già incontrato qualche possibile investitore, tra cui una piattaforma internazionale dal 11 milioni di utenti. Quindi l’idea c’è ed è concreta.