Lavoro | 28 aprile 2022

Camera di Commercio di Verona apre la borsa lavoro per turismo

Al via da oggi fino a fine maggio “borsa del lavoro per il turismo”: il recruiting Verona -Turismo 2022. L'iniziativa è organizzata da Camera di Commercio di Verona in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale. Ha come obiettivo inserire giovani diplomati nel settore turistico vista la carenza (oltre 40%) del personale nella stagione estiva

Camera di Commercio di Verona apre la borsa lavoro per turismo

Il 41% delle imprese di Verona fatica a trovare lavoratori. Secondo i dati del Sistema Excelsior di Unioncamere, nel settore del turismo tra aprile e giugno sono richieste quasi 7mila figure a tempo determinato.

Per questo la Camera di Commercio di Verona in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale organizza una “borsa del lavoro per il turismo”: Recruiting Verona -Turismo 2022.

Si tratta di un evento di incontro domanda e offerta di lavoro completamente gratuito e digital e si svolgerà da oggi, 28 aprile 2022, al 31 maggio, sulla piattaforma www.orientamento.<wbr></wbr>recruitingverona.it, creata ad hoc dalla Camera di Commercio.

Sono coinvolte 40 imprese e già 8 scuole a indirizzo turistico hanno dato la loro adesione, si tratta di: BERTI Istituto Alberghiero, COPERNICO PASOLI I.I.S.S, MEDICI Istituto professionale, CARNACINA Istituto professionale per i servizi alberghieri, EINAUDI Istituto tecnico economico, MARCO POLO Istituto Tecnico, GUARDINI Istituto tecnico per il turismo, PINDEMONTE Istituto tecnico commerciale.

«Tale iniziativa nasce dall’esigenza di matchare domanda e offerta di lavoro stagionale, - afferma Paolo Artelio, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona - confermata dall’indagine “Unioncamere – ANPAL, Sistema Informativo Excelsior”, dalla quale risulta che per la stagione estiva 2022 aumenterà significativamente e più del 2019 (pre-pandemia) la richiesta di lavoratori del settore turismo, con particolare riferimento ai servizi di “alloggio e ristorazione». 

La carenza di operatori turistici a tempo determinato è confermata anche dalle Associazioni di categoria veronesi del settore che prevedono per l’anno in corso un forte incremento della richiesta di lavoro da parte delle aziende del territorio del Lago di Garda e di Verona.

«Il portale sarà organizzato come una vetrina – spiega Cesare Veneri, Segretario Generale della Camera di Commercio di Verona - in cui le aziende iscritte potranno creare il proprio profilo di presentazione e inserire, anche con riferimento alle categorie protette, le posizioni lavorative ricercate o tirocini offerti. La piattaforma è aperta a tutte le persone in cerca di posizione lavorativa, non solo agli studenti, e di tutte le province: è sufficiente loggarsi e candidarsi alle posizioni aperte scelte. Le aziende che hanno manifestato interesse sono collocate in tutta la provincia di Verona e operano in vari ambiti del settore turistico: dai bar ai ristoranti, dai camping agli alberghi, ai rifugi di montagna».

«La collaborazione tra CCIAA e Ufficio Scolastico Provinciale, consolidata dal supporto del Tavolo Tematico Scuola Lavoro – prosegue Laura Parenti, responsabile del Tavolo, costituito all’interno dell’Osservatorio Scolastico Permanente dell’Ufficio Scolastico Provinciale - estende il suo orizzonte dalla progettazione di PCTO di qualità (ex alternanza scuola-lavoro) all’evento di recruiting che, per la prima volta, viene proposto a studenti della scuola superiore. Si tratta di un’esperienza che stimola una riflessione autovalutativa e permette contemporaneamente di approfondire la conoscenza concreta dei percorsi lavorativi del settore e delle competenze richieste, che può fornire un contributo utile alla scelta di un eventuale proseguimento degli studi o di un inserimento diretto nel mondo del lavoro. Si confida nell’efficacia dell’iniziativa, che si ritiene di estendere anche ad altri settori».

L’iniziativa si rivolge in particolare agli studenti diplomandi che avranno la possibilità di consultare tutte le presentazioni aziendali e le offerte di lavoro e potranno candidarsi facendo pervenire alle aziende il proprio curriculum vitae. Le imprese decideranno successivamente quali ragazzi/e contattare per un colloquio (che potrà svolgersi all’interno della piattaforma o con altre modalità).