Lifestyle | 27 aprile 2022

Percorsi ciclabili in occasione del Giro d'Italia, uno anche in Veneto

Campeggi.com, il portale leader in Italia per campeggi e villaggi vacanze, suggerisce 6 percorsi in bici per scoprire i luoghi più affascinanti dello Stivale in occasione del Giro d'Italia. Una tappa anche in Veneto con il GiraSile e la greenway del Parco Naturale Regionale.

Percorsi ciclabili in occasione del Giro d'Italia, uno anche in Veneto

Quest’anno il Giro d’Italia spegnerà 105 candeline. Dal 10 maggio, dopo essere partiti da Budapest, gli atleti pedaleranno dalla Sicilia al Veneto attraversando 15 regioni e seguendo un percorso di oltre 3.400 chilometri, da sud a nord.

Per tutti gli appassionati, per i ciclisti amatoriali e per chi, questa primavera, vuole partire per una vacanza all’insegna delle due ruote, Campeggi.com, il portale leader in Italia per campeggi e villaggi vacanze, suggerisce 6 percorsi ciclabili da provare lungo lo Stivaleseguendo le orme della gara: dall’Altomontana alle pendici dell’Etna fino al GiraSile, in provincia di Treviso, passando per la Riviera dei Cedri, quella dei Fiori e i parchi di Marche ed Emilia-Romagna.

Gli atleti del Giro d’Italia correranno lungo lo Stivale partendo dalla Sicilia, passando da Avola, Messina e sfiorando le pendici dell’Etna, che vanta un percorso dedicato alle mountain bike tra i più suggestivi d’Italia: l’Altomontana. L’itinerario è uno sterrato che permette di esplorare il vulcano da ovest a est e, con i suoi 38 chilometri (con un’altitudine media di 1.750 metri), permette di ammirare colate e grotte laviche centenarie regalando panorami unici.

Si passa poi in Calabria, dalla Riviera dei Cedri al Parco Nazionale del Pollino.

Il Giro d’Italia farà tappa il 12 maggio, lungo la zona litoranea di circa 80 chilometri che si sviluppa tra il comune di Tortora a quello di Paola, entrambi in provincia di Cosenza. Qui, in mezzo alla natura, si snodano anche i percorsi che permettono di raggiungere il Parco Nazionale del Pollino, che con i suoi 192 mila ettari è il più esteso d’Italia. Il parco è attraversato da numerosi tratti ciclabili dedicati in particolare alle mountain bike, tra piste sterrate, centri storici e praterie.

Terzo itinerario da scoprire nelle Marche lungo la Ciclabile del fiume Esino, dalle Grotte di Frasassi a Jesi.

La Ciclabile del fiume Esino è un percorso di oltre 58 chilometri che permette di andare alla scoperta di alcune delle località più belle dell’entroterra marchigiano. Il tracciato, infatti, si snoda dalle Grotte carsiche di Frasassi fino al mare, attraversando Jesi, dove gli atleti del Giro d’Italia arriveranno il 17 maggio, e Chiaravalle, dove si può visitare l’abbazia medievale di Santa Maria in Castagnola.

E ancora l'Emilia-Romagna con le Ciclovie dei Parchi e quella dei Boschi di Carrega.

Quello delle Ciclovie dei Parchi è un gruppo di dieci percorsi ciclabili all’interno dei parchi regionali e delle riserve naturali dell’Emilia-Romagna. Tra questi c’è la Ciclovia dei Boschi di Carrega, a circa quindici chilometri da Parma, dove il Giro passerà il prossimo 19 maggio. La ciclabile si snoda all’interno dell’antica riserva di caccia dei Farnese, tra faggi secolari, castagni e aree di interesse storico, come il Casino dei Boschi, l’affascinante residenza dei duchi di Parma.

Altra tappa quella in Liguria con la Riviera dei Fiori, attraversando Sanremo.

La Riviera dei Fiori si estende dal comune di Ventimiglia fino a quello di Cervo, entrambi in provincia di Imperia, comprendendo anche Sanremo, dove il Giro passerà il prossimo 20 maggio. Per gli amanti della bicicletta, il litorale si può scoprire seguendo la pista ciclabile del Parco Costiero della Riviera dei Fiori, che collega San Lorenzo al Mare con Ospedaletti seguendo un percorso di oltre 23 chilometri che regala panorami mozzafiato e scorci suggestivi sul mar Ligure.

Ultimo ma non per ultimo il Veneto: da esplorare il GiraSile, la greenway del Parco Naturale Regionale.

Il GiraSile è un corridoio ecologico che segue il corso del fiume Sile dalle sorgenti alla foce, nella Laguna Veneta, e che attraversa anche la città di Treviso, dove il prossimo 26 maggio passerà il Giro d’Italia. Il percorso, composto da 125 chilometri di tracciati di mobilità sostenibile e adatto a tutta la famiglia, permette di visitare numerosi luoghi di interesse storico e naturalistico, come la via dei Mulini e l’Oasi Cervara, riserva naturale e habitat di tartarughe, cigni, cicogne e rapaci.