Green | 23 marzo 2022

Veronafiere ottiene, per prima, la certificazione "SI RATING" di ARB SBpA

La Fiera di Verona evidenzia buone performance in gestione energetica (85%), salute e sicurezza dei lavoratori (85%) e relazioni con la comunità (74%) che la posizionano con una valutazione complessiva ottimale (57%) per proseguire nel suo percorso di sostenibilità.

Veronafiere ottiene, per prima, la certificazione "SI RATING" di ARB SBpA

Veronafiere è il primo organizzatore fieristico internazionale ad ottenere la certificazione di sostenibilità integrata “Si Rating” di ARB SBpA.
L’attestato riconosce l’attenzione e l’impegno della Fiera di Verona per migliorare l’impatto ambientale, sociale e di buona governance (ESG), perseguendo i 17 obiettivi fissati dalle Nazioni Unite nell’Agenda 2030 (SDGs).
 
“Si Rating - Sustainability impact rating” è un indice basato su strumenti riconosciuti a livello internazionale e, al contempo, uno strumento strategico di analisi, di gestione e di comunicazione della sostenibilità.
A crearlo ARB, start up innovativa con sede a Trento e società benefit per azioni dal 2021, in collaborazione con SASB, organizzazione no-profit che sviluppa standard contabili di sostenibilità, utilizzati dai più grandi player finanziari, tra cui Blackrock.
 
Il risultato complessivo ottenuto da Veronafiere è del 57%: una valutazione positiva per proseguire nel percorso di sostenibilità.  A rafforzare il giudizio, in particolare, le ottime performance in alcuni settori. In particolare, sul fronte della gestione energetica (85%), della tutela della salute e sicurezza dei lavoratori (85%) e delle relazioni con la comunità ed il territorio (74%).


 
«Sostenibilità sociale, economica e ambientale sono oggi condizioni preliminari di accesso e crescita sui mercati.  Si tratta di obiettivi che il settore fieristico italiano si è posto a livello associativo e che Veronafiere ha anticipato da almeno 15 anni – commenta Maurizio Danesepresidente di Veronafiere –. Ora, il nuovo percorso intrapreso con ARB ci permette di comprendere meglio il nostro impatto sul territorio, rendendo più consapevoli dipendenti e stakeholder su questi temi, ed essere tra i primi operatori fieristici internazionali a comunicare in modo corretto questi valori». 
 
Per Ada Rosa Balzanfondatrice e amministratore delegato di ARB «Il 2022 sarà l’anno della dimostrazione della propria sostenibilità, gli stakeholder non si accontentano più di dichiarazioni, bisogna poterlo dimostrare e ciò che posso misurare posso anche migliorare. La sostenibilità è un percorso non un punto di arrivo. SI Rating è in primis uno strumento efficace di gestione della sostenibilità di un’organizzazione, non è un rating fine a sé stesso per avere un “voto in pagella” ma indica in modo preciso e puntuale nel report di analisi tutte le azioni concrete per il miglioramento».