Enti | 17 marzo 2022

Trasporto e logistica, asset strategico per Verona

I due corridoi scaligeri di scambio merci sono centrali per il comparto e nodo sulla questione aumento prezzi. Ne ha parlato l'assessore Elisa De Berti all'inaugurazione di LETExpo – Logistics Eco Transport a Veronafiere

Trasporto e logistica, asset strategico per Verona

«Non è un caso se è stata scelta Verona per ospitare questa fiera. Due dei tre corridoi di trasporto di rilevanza comunitaria che interessano il Veneto passano per Verona. Trasporto e logistica sono elementi strategici per lo sviluppo economico del territorio. In questo momento critico a causa del conflitto in Ucraina e dell’aumento vertiginoso dei prezzi del carburante, credo che una riflessione ulteriore vada fatta per avere trasporti sempre più efficienti e sostenibili»

Questo il commento della vicepresidente e assessore alle Infrastrutture e Trasporti Elisa De Berti presente a Veronafiere all’inaugurazione della prima edizione di LETExpo – Logistics Eco Transport, evento fieristico su logistica, trasporti e intermodalità sostenibile.

Nel corso delle quattro giornate di LETExpo, molteplici gli incontri e i momenti di confronto tra principali aziende nazionali ed internazionali, partner, istituzioni, autorità italiane ed europee, imprenditori di successo sulle principali tematiche a livello nazionale ed europeo in fatto di trasporti, servizi alla logistica, e-commerce, smart mobility e smart cities,

L’evento sarà l’occasione per un dialogo trasversale che riporti all’attenzione dell’opinione pubblica e all’ordine del giorno delle agende politico-istituzionali nazionali ed europee l’importanza strategica dello sviluppo dei trasporti e della logistica sostenibile.

«Verona è crocevia di traffici e scambio merci - conclude la De Berti -, ma anche cantiere aperto per numerosi progetti infrastrutturali che proiettano questo territorio al futuro. Due linee dell’alta velocità che si intersecheranno, variante alla Statale 12, riqualificazione dell’aeroporto Catullo: la dimensione della città guarda ormai all’Europa”, conclude la Vicepresidente».