Risparmio | 07 febbraio 2022

Nuovi investimenti in Veneto: quasi 30 milioni per la sanità

La Regione continua a investire nel comparto salute. Nell'ultima seduta di Giunta, autorizzati investimenti in favore di aziende sanitarie: tra queste anche quella di Verona, stanziato un milione e mezzo.

Nuovi investimenti in Veneto: quasi 30 milioni per la sanità

«Nonostante il Covid, e le enormi energie umane e finanziarie che ci costa, la Sanità Veneta continua a investire. Proprio nell’ultima seduta di Giunta abbiamo autorizzato una serie di investimenti nelle Ulss e Aziende Ospedaliere per un totale di 29 milioni 789 mila 736 euro». 

Lo annuncia l’assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, ricordando che: «Ogni euro di spesa viene valutato attentamente dalla Commissione Regionale Investimenti in Tecnologia ed Edilizia (CRITE), e quindi ognuno di questi euro sono destinati a ciò che maggiormente serve e che le Ulss avevano richiesto».

Tra i progetti approvati, prevista erogazione di fondi all'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona: verranno stanziati 1 milione 597 mila euro  per riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid.

 

Gli altri progetti regionali approvati:

Nell’Ulss 1 Dolomiti, 7 milioni 742 mila euro complessivi per: investimenti indifferibili in edilizia, informatica, attrezzature (1 milione 336 mila); opere aggiuntive di miglioramento sismico e adeguamento antincendio dell’ospedale di Belluno (5 milioni 532 mila euro); misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid (873 mila euro).

Nell’Ulss 2 Marca Trevigiana, 1 milione 143 mila euro complessivi per riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid.

Nell’Ulss 3 Serenissima, 11 milioni 613 mila euro totali per studio di prefattibilità per ampliamento e ristrutturazione della sede del Suem 118 presso la caserma provinciale dei Vigili del Fuoco (1 milione 625 mila euro); finanziamento aggiuntivo per l’accorpamento dei laboratori dell’Ospedale di Mestre in Laboratorio Hub (4 milioni 225 mila euro); acquisizione di un fabbricato a Marghera per il nuovo Distretto Socio Sanitario (1 milione 133 mila euro); riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid (4 milioni 629 mila euro).

Nell’Ulss 4 Veneto Orientale, 264 mila euro per riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid.

Nell’Ulss 5 Polesana, 4 milioni 530 mila euro totali per: acquisizione di una Gamma Camera (1 milione 147 mila euro); acquisizione attrezzature per diminuire le liste d’attesa (1 milione 409 mila euro); gara per attrezzature contro l’emergenza Covid (1 milione 659 mila euro); riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid (315 mila 324 euro).

Nell’Ulss 6 Euganea, 660 mila euro per riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid.

Nell’Ulss7 Pedemontana, 13 mila 134 euro per riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid.

Nell’Ulss 8 Berica, 10 mila euro per riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonchè di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid.

Nell’Azienda Ospedaliera di Padova, 2 milioni 214 mila euro in totale per: fornitura e posa in opera delle banche criogeniche e servizio di manutenzione delle sale criogeniche e dei crioconservatori (366 mila 120 euro); finanziamento aggiuntivo per lavori relativi all’installazione di una nuova risonanza magnetica e di un nuovo telecomandato radiologico a Neuroradiologia (245 mila euro); fornitura di una colonna videoendoscopica per Otorinolaringoiatria (219 mila 600 euro); riordino della rete ospedaliera e misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid (1 milione 383 mila euro).