Lavoro | 26 gennaio 2022, 09:53

Si è riunito l'Osservatorio Scolastico Veronese: ampliata offerta formativa, homeschooling in crescita

Si è riunito l'organismo per lo sviluppo del sistema scolastico scaligero. Comune, Provincia, presidenti di reti e referenti hanno stilato un programma di iniziative per l'anno in corso e approvato nuovi indirizzi di studio. A fare il punto Laura Donà, Dirigente Ufficio Scolastico Regionale Veneto

Si è riunito l'Osservatorio Scolastico Veronese: ampliata offerta formativa, homeschooling in crescita

Si è riunito la scorsa settimana l’Osservatorio Scolastico Veronese promosso dall’Ufficio Scolastico d’Ambito Territoriale VII di Verona. L’attuale situazione degli istituti appare critica ma il programma scolastico non si ferma: insegnati e presidi continuano ad arricchire l’offerta formativa e pianificare eventi per l’anno appena entrato.

La rappresentante della Provincia ha comunicato, che con delibera della Regione Veneto n. 1685 del 29 novembre 2021, sono stati approvati i nuovi indirizzi per gli Istituti secondari di II grado “Da Vinci” di Cerea e IPSIA “Giorgi” di Verona.

Sul fronte dell’edilizia scolastica è stato pianificato un incontro a cui prenderà parte tutto il collegio dei presidi nella giornata di oggi (26 gennaio). Inoltre, è stata presentata la Rete OrientaVerona con tutti i progetti di azione e formazione messi in campo, tra cui la guida “Le strade per il Futuro”, il “Salone dell’Orientamento” e gli incontri per le famiglie. Il secondo progetto messo in campo è la rete Zero-Sei con i piani di formazione per il personale scolastico e gli operatori degli Enti e Istituzioni coinvolte.

l’Osservatorio Scolastico Veronese, inoltre, si sta occupando della raccolta dei dati per misurare l’andamento scolastico e le tendenze in questo difficile anno tra i banchi di scuola.

CLICCA SULL'IMMAGINE E GUAA LA VIDEO INTERVISTA 

Dalle analisi effettuate è emerso un crescente ricorso all’istruzione parentale: nota come homeschooling, consiste nella presa in carico dei genitori dell’istruzione dei propri figli fuori dalle mura delle istituzioni scolastiche pubbliche e private. Una percentuale che si sta gonfiando dall’inizio della pandemia e che non accenna a diminuire.

Infine, sono state presentate le Linee Guida dell’Osservatorio: è il  frutto di un lavoro spalmato tra il mese di giugno 2021 a gennaio 2022 in un totale di 7 incontri. Il documento sarà condiviso in bozza ai membri dell’Osservatorio per diventare infine un vademecum ufficiale da condividere con tutte le scuole per l’ampiamento e l’arricchimento dell’Offerta Formativa nell’ottica di interazione tra le varie realtà che erogano servizi nel campo dell’istruzione e della formazione.

Erika Funari