Associazioni | 25 gennaio 2022

Cisl Verona, tutto pronto per il 19esimo Congresso: "Esserci per cambiare"

Appuntamento fissato per 8 e 9 febbraio a Veronafiere per il congresso provinciale organizzato da Cisl. «Consolidare la rete sociale, innovare e sostenere, dialogare con interlocutori pubblici e privati», questi alcuni degli obiettivi dichiarati dal segretario Veghini

Cisl Verona, tutto pronto per il 19esimo Congresso: "Esserci per cambiare"

Esserci per cambiare. Persona lavoro, partecipazione per il futuro del Paese”: si ispira alla celebre frase di Tina Anselmi il titolo che la Cisl ha scelto per il suo 19esimo Congresso.

Un lungo e articolato percorso interno al sindacato di Lungadige Galtarossa, partito ai primi di ottobre in tutta la provincia con i Congressi di base nei luoghi di lavoro e nelle leghe dei pensionati, che è proseguito in tutte le Federazioni di categoria per poi concludersi con il Congresso provinciale previsto a Verona al centro congressi della Fiera nei giorni 8 e 9 febbraio 2022.

«Abbiamo avuto un grande cammino di democrazia associativa -ha sottolineato il segretario della Cisl scaligera, Paolo Veghini-, di partecipazione e confronto, di elaborazione e riflessione che ha coinvolto ad ogni livello la nostra organizzazione, e che ci ha chiamato ad aggiornare e rafforzare i nostri strumenti per rispondere alle enormi transizioni digitali, ambientali, tecnologiche, energetiche e demografiche in atto. Dinamiche che già stanno cambiando profondamente il volto del lavoro e la composizione sociale nel nostro territorio».

La Cisl vuole rispondere a spinte potenzialmente disgreganti con la forza della propria rappresentanza, allargandola ai nuovi lavori, alle nuove marginalità occupazionali e sociali, esaltando la propria strategia della prossimità. L’idea è di stringere le maglie della solidarietà, aprirsi ai nuovi bisogni di lavoratori e pensionati, di giovani e donne, anziani, di italiani e migranti, consolidare la rete delle strutture, dei servizi secondo un’impostazione pienamente partecipativa. Impostazione con cui si vuole caratterizzare anche il rapporto con gli interlocutori pubblici e privati veronesi per costruire insieme nuove opportunità di crescita, sviluppo, coesione e innovazione attraverso un consolidato patto sociale per promuovere il buon lavoro e sostenere le fasce più deboli della società.

Emiliano Galati