Lavoro | 20 gennaio 2022

Cittadinanza attiva nelle scuole: la rete veronese conta 60 istituti

La Rete di Cittadinanza, Costituzione e Legalità, a oggi, riunisce 60 Istituti scolastici sparsi nella provincia veronese. In questi primi mesi del nuovo anno, si stanno mettendo a punto progetti e attività basate sul coinvolgimento attivo degli alunni.

Cittadinanza attiva nelle scuole: la rete veronese conta 60 istituti

La  Provincia di Verona è molto attiva sui temi della cittadinanza responsabile nelle scuole e si colloca nella  Rete Di Cittadinanza , Costituzione e legalità che, a oggi,  riunisce 60 Istituti scolastici.

Con il favorire la cultura della legalità si risponde al malessere dei giovani che si può esprimere in molteplici forme e dimensioni come: difficoltà di apprendimento, scarso rendimento scolastico, abbandono precoce degli studi, inosservanza delle regole che spesso si trasforma in micro delinquenza e bullismo.

La scuola, luogo di tutela dei diritti e di esercizio di cittadinanza attiva, offre agli studenti le basi per diventare cittadini consapevoli, nella propria città, nella propria nazione, nel mondo, responsabili del proprio e dell’altrui futuro. La cultura della legalità può diventare il nesso di congiunzione tra l’istruzione e l’esperienza attraverso il coinvolgimento attivo degli studenti nella vita della scuola, con l’obiettivo di sviluppare la loro capacità di assumere impegni, di autoregolarsi e di amministrarsi per spronarli ad un costante impegno sociale.

In questa prima fase del nuovo ano si stanno mettendo a punto i nuovi progetti e le attività della  Rete di Cittadinanza Costituzione e legalità diretta dal Dirigente Scolastico del liceo E. Medi di Villafranca di Verona, Marco Squarzoni e coordinata dalla dottoressa Anna Lisa Tiberio con il professor Giuseppe Venturini e il professor Giuseppe Nicotra.

La Rete riunisce  ad oggi  60 scuole di Verona e provincia e si avvale del sostegno progettuale dei rappresentanti delle Istituzioni, di Enti ed Associazioni presenti sul territorio provinciale, regionale e nazionale.

Tra gli esperti  ci sono  rappresentanti  della Provincia, Tiziano Fazzi di Civicamente,  la direttrice  del  Coro Dell’Antoniano di Bologna Sabrina Simoni, rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza ed Aeronautica Militare italiana e di numerose Associazioni come  LAV, ANT, ANAS, ANIOC.

Una realtà sostenuta progettualmente dal Ministero dell’Istruzione attraverso gli Uffici preposti a favorire la conoscenza dei temi afferenti alla promozione dell’Educazione Civica.