Risparmio - 17 gennaio 2022, 09:30

BVR Banca- Banche Venete Riunite premia i "bravissimi" con borse di studio

Sono complessivamente 84 i "bravissimi" selezionati dai due bandi delle borse di studio di BVR Banca- Banche Venete Riunite e della ex Cassa rurale di Vestenanova. A questi giovani la Banca ha consegnato i premi in denaro per merito scolastico nell’anno 2020-21 per un ammontare totale di 26.200 euro.

La consegna delle Borse di studio

La consegna delle Borse di studio

Sono complessivamente 84 i bravissimi selezionati dai due bandi delle borse di studio di BVR Banca- Banche Venete Riunite e della ex Cassa rurale di Vestenanova. A questi giovani la Banca ha consegnato i premi in denaro per merito scolastico nell’anno 2020-21 per un ammontare totale di 26.200 euro.

«L’iniziativa– spiega il Presidente di BVR Banca, Maurizio Salomoni Rigon- risulta sempre gradita e apprezzata. Come Banca, il nostro intento è quello di riconoscere i sacrifici sostenuti dai giovani e dalle loro famiglie con un sostegno concreto riferito al merito nei risultati ottenuti a scuola. Per noi- afferma Salomoni- investire sui giovani oggi significa porre delle solide basi per il futuro e rinsaldare il legame con il territorio e con le persone».

 

I bravissimi

Per quanto riguarda le borse di studio da 200 euro di BVR Banca sono state assegnate per i diplomi di maturità con votazione pari o superiore a 85/100 a

 

  • Tommaso Algeri;
  • Chiara Bardin;
  • Claudia Barp;
  • Giulia Baù;
  • Sofia Benetti;
  • Filippo Brusamolin;
  • Virginia Capobianco;
  • Stefano Carli;
  • Gessica Carotta;
  • Anna Maria Cavedon;
  • Domenico Cunico;
  • Michele Dalla Vecchia;
  • Giulia Dal Pra,;
  • Lisa Galdiolo;
  • Matilde Gasparella;
  • Simone Gozzo;
  • Marco Grendene;
  • Sofia Lazzari;
  • Stefano Martinello;
  • Marco Mioni;
  • Elia Panozzo;
  • Jessica Rigoni;
  • Lorenzo Rizzato;
  • Michela Rocchetti;
  • Alice Roncari;
  • Ludovica Rossi;
  • Luca Sartore;
  • Irene Scalzeri;
  • Camilla Sesso;
  • Sofia Tasso;
  • Beatrice Todescato;
  • Samuele Toniolo;
  • Daniele Vellar;
  • Sara Verzini;
  • Sofia Xompero;
  • Sebastiano Zanella. 

Sono venti le borse di studio da 250 euro per la laurea triennale, consegnate a:

 

  • Gianluca Allegritti;
  • Marta Baldisserotto;
  • Marta Bonato;
  • Giorgia Cordioli;
  • Silvia Dal Castello;
  • Riccardo Dall’Alba;
  • Aurora Dall’Osto;
  • Giorgia Eberle;
  • Ilaria Erbice;
  • Isotta Farinon;
  • Gabriele Lambrini;
  • Beatrice Maltauro;
  • Vittoria Roso;
  • Davide Saccardo;
  • Anna Sandri;
  • Vanessa Tisocco;
  • Giulia Tosi;
  • Benedetta Vezzaro;
  • Valentina Zordan;
  • Nicole Zordan. 

Altre  ventuno borse di studio da 500 per la laurea magistrale sono state assegnate a:

 

  • Andrea Carta;
  • Silvia Cunico;
  • Marco Giuseppe Dall’Alba;
  • Maddalena Dal Pozzo;
  • Valeria Dal Pra;
  • Chiara Faccioli;
  • Ettore Farinon;
  • Monica Fedeli;
  • Alberto Filosofo;
  • Francesca Leorato Boschi;
  • Nicole Lievore;
  • Tullio Mantella;
  • Elisabetta Marinoni;
  • Arianna Masconale;
  • Federica Presa;
  • Nicola Retis;
  • Francesca Ruaro;
  • Valeria Tisato;
  • Alex Zambon;
  • Veronica Zanella;
  • Sara Zuecco.  

Per quanto riguarda le borse di studio dell’ex Cassa rurale di Vestenanova, sono state assegnate, ciascuna del valore di 500 euro, a:

 

  • Andrea Zoccante;
  • Francesco Bogoni;
  • Andrea Marchi;
  • Thiago Camponogara;
  • Filippo Verzini;
  • Nicolò Castagna;
  • Fabio Dalla Pozza.

«Purtroppo il perdurare della pandemia ci ha impedito di organizzare una cerimonia ufficiale - precisa il Vicepresidente Edo Dalla Verde. Le consegne dei premi in denaro e degli attestati si sono svolte in filiale, in modo sobrio e comunque in presenza, per poter dare un segnale di vicinanza alle comunità».

«Abbiamo erogato più borse di studio per giovani diplomati rispetto a quanto era stato previsto dal bando - conclude il Presidente Salomoni. Per la nostra Banca è una soddisfazione, perché testimonia l’interesse rispetto a questa iniziativa che mette insieme più territori grazie alle fusioni che hanno unito la realtà dell’Alto Vicentino con quelle di Pedemonte, di Roana e negli ultimi mesi di Vestenanova».


SU