Economia | 30 dicembre 2021

Ideal Standard, tavolo regionale di monitoraggio su occupazione e industria

Si è riunito ieri il terzo tavolo della Regione che ha l'obiettivo di monitorare lo stato di avanzamento delle attività per la promozione dell'industria e della relativa occupazione. Donazzan: «Siamo soddisfatti, proseguiamo su questa linea. C'è collaborazione»

Ideal Standard, tavolo regionale di monitoraggio su occupazione e industria

Si è svolto ieri, d’intesa con il MISE, il terzo tavolo regionale di monitoraggio dello stato di avanzamento delle attività di soluzione industriale in merito alla salvaguardia dei livelli occupazionali, per il sito Ideal Standard di Borgo Valbelluna (BL).

Alla riunione, presieduta dall’Assessore regionale Elena Donazzan, assistita dall’Unità di crisi aziendali di Veneto Lavoro e dalla Direzione Lavoro della Regione del Veneto, hanno partecipato i rappresentanti di Ideal Standard, l’Advisor Sernet SpA, Confindustria Belluno, le segreterie territoriali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, unitamente alle RSU, il Ministero dello sviluppo economico e Invitalia.

Durante l’incontro è stato fatto il punto sul processo di reindustrializzazione con particolare riferimento al cronoprogramma attuato dalla società Sernet.  L’advisor ha illustrato in dettaglio le attività realizzate fino ad oggi. Allo stato attuale sono varie le manifestazioni d’interesse industriale, di soggetti nazionali e internazionali, al sito di Trichiana.

Nel corso dell’incontro si è confermato l’ottimo clima tra le parti con giudizio positivo sull'andamento e la puntualità delle azioni previste dal cronoprogramma per la reindustrializzazione. È, inoltre, emersa la disponibilità aziendale a mettere a disposizione le risorse accantonate nel fondo interprofessionale al fine di aggiornare e potenziare le competenze dei lavoratori.

«La Regione esprime il proprio apprezzamento per l’attività svolta dalle Parti - sottolinea l’assessore Elena Donazzan al termine dell’incontro-. Si conferma la collaborazione di tutti per conseguire l’obiettivo condiviso».

Il prossimo tavolo regionale di monitoraggio verrà convocato nella seconda metà di gennaio.