Economia | 29 dicembre 2021

Megareti spa, società di Agsm Aim, cede impianti che entrano a far parte della rete nazionale

L'accordo è stato firmato ieri mattina a Roma da dal presidente di Megareti Alessandro Montagna, dal presidente di Agsm Lighting Alberto Todeschini e da Agostino Scornajenchi, Chief Financial Officer di Terna. I contratti hanno un valore di circa 11milioni di euro

Megareti spa, società di Agsm Aim, cede impianti che entrano a far parte della rete nazionale

Megareti spa, la società del gruppo Agsm Aim che si occupa della gestione del servizio di distribuzione e misura del gas e dell’energia elettrica di Verona, ha sottoscritto ieri con Terna spa due contratti per la cessione dei propri impianti ricompresi nella rete di trasmissione nazionale. L’accordo riguarda 120 km di elettrodotti e la porzione delle due stazioni elettriche "ricevitorie Sud" di via Vigasio e "ricevitorie ovest" di via Binelunghe.

I contratti del valore complessivo di circa 11milioni di euro - di cui 8,5 di competenza di Megareti e 280 mila di competenza di Agsm Lighting, sono stati firmati ieri mattina a Roma dal presidente di Megareti Alessandro Montagna, dal presidente di Agsm Lighting Alberto Todeschini e da Agostino Scornajenchi, Chief Financial Officer di Terna.

L’operazione risponde alle conformità del disegno normativo del legislatore nazionale che incentiva l'unificazione della proprietà della rete di trasmissione nazionale ad altissima tensione in capo ad un unico concessionario, rappresentato da Terna per motivi di sicurezza efficienza ed economicità.

«Un’operazione che chiude un 2021 ricco di soddisfazioni - ha commentato il presidente di Megareti, Alessandro Montagna -. Verona era una delle ultime città rimaste ad essere proprietaria degli impianti di trasmissione. Impianti realizzati in proprio dall’azienda negli anni ‘50 e mantenuti fino ad oggi in forza della grande competenza e professionalità  dei nostri tecnici. Grazie alla lungimiranza dell’azienda, con questa operazione riusciamo ad assecondare il disegno di cambiamento previsto dalle norme ottenendo però una premialità superiore».

«Inoltre - conclude Montagna - con questo accordo Megareti continua a svolgere  l'esercizio e la manutenzione sulle stazioni elettriche cedute per almeno altri tre anni, in considerazione del fatto che la stessa Terna, operatore nazionale di trasmissione elettrica, riconosce la professionalità e la competenza dell’azienda e dei lavoratori di Megareti».

Il ricavato dell’operazione sarà utilizzato per incrementare il già ambizioso piano degli investimenti da 136milioni di euro previsto nel periodo 21-25, accelerando ulteriormente la spinta verso una sempre maggiore efficienza del servizio attraverso nuove infrastrutture, il rinnovo degli impianti e l’utilizzo delle moderne tecnologie in modo da rendere ancora migliore la qualità del servizio offerto ai cittadini veronesi sia in termini di riduzione delle interruzioni che nella velocità dei tempi di esecuzione.