Enti | 23 novembre 2021

Cittadella del geometra, il truck arriva in Bra

Presentato questa mattina all'ombra dell'anfiteatro Arena l'innovativo progetto itinerante di orientamento e formazione del Collegio dei Geometri che debutterà con la prima tappa a JOB&Orienta per raggiungere tutti i ragazzi nelle scuole.

Cittadella del geometra, il truck arriva in Bra

Parte da Verona, a bordo di un truck, un progetto di formazione e orientamento altamente innovativo. In occasione della 30ª edizione di JOB&Orienta, i geometri mettono le ruote alla Cittadella del Geometra, quest’anno allestita come un vero e proprio studio di registrazione, per ospitare gli studenti dal vivo, pronti a viaggiare nell’etere. I geometri si preparano così ad andare ‘on air’ con l’obiettivo di raggiungere tutte le scuole e gli studenti che non saranno presenti in fiera.

Questa mattina, il truck era in piazza Bra, davanti all’Arena, da dove partirà diretto in Fiera, prima tappa del tour formativo. Erano presenti il presidente del Collegio Geometri di Verona Fiorenzo Furlani, il sindaco di Verona Federico Sboarina, il presidente della Fondazione Geometri Italiani Paolo Biscaro, il segretario del Collegio Geometri di Verona Romano Turri, il referente Orientamento Collegio Geometri di Verona Nicola Turri. E poi ancora gli assessori comunali alle Manifestazioni Filippo Rando, alla Sicurezza Marco Padovani e all’Informatica Stefano Bianchini.

«Prende il via da Verona – spiega il presidente del Collegio Geometri Fiorenzo Furlani – un percorso di orientamento ad alta innovazione che, auspichiamo, coinvolgerà molte province italiane. Non è un caso che questa iniziativa nazionale sia realizzata grazie al Consiglio nazionale dei Geometri, a Cassa Geometri e in collaborazione con Fondazione Geometri italiani e con decine di Collegi regionali e provinciali. Qui oggi, sono rappresentati circa 9mila geometri professionisti, quasi 1.500 solo di Verona, che da sempre si mettono a disposizione del territorio e delle comunità in cui lavorano. Ogni anno, i geometri del nostro team dedicato all’orientamento realizzano, solo a Verona, tra open day e laboratori, oltre 600 ore di formazione e orientamento per i ragazzi».

«Abbiamo voluto che il truck partisse dalla piazza più importante di Verona per arrivare in Fiera, pronto a incrociare e incontrare, tra qualche giorno, gli studenti che parteciperanno a JOB&Orienta, giovani pronti a decidere del loro futuro – ha detto il sindaco Federico Sboarina -. La categoria dei Geometri conta a Verona migliaia di professionisti che lavorano in uno dei settori chiave di questo periodo storico. Con la ripresa, il mondo dell’edilizia è in forte sviluppo e offre tante opportunità di impiego anche per i nostri ragazzi. Formazione e competenza devono essere prioritarie, per garantire più sicurezza sul lavoro e l’implementazione delle tecnologie, temi centrali per i cantieri. Ecco perché la figura del Geometra è strategica sia per il settore privato, sia per la crescita della città».

Il truck è una vera e propria social room nella quale, per tre giorni, dal 25 al 27 novembre, in Fiera a Verona, si terranno incontri, workshop e attività dedicati alla professione del Geometra. Dopo un’edizione completamente virtuale, quest’anno infatti la Cittadella del Geometra a JOB&Orienta tornerà in presenza. E l’esperienza online del 2020 verrà potenziata e affiancata dalle attività in presenza. Contenuti, interviste e momenti formativi saranno trasmessi in streaming.

«In questa visione – sottolinea il presidente Furlani – riteniamo strategico supportare e collaborare con i CAT (gli Istituti Tecnici per Geometri) con i quali abbiamo attivato progetti e attività di orientamento anche post diploma. La professione del geometra sta evolvendo, la figura professionale sta diventando molto specialistica, anche grazie a percorsi post diploma come gli ITS o alle nuovissime lauree professionalizzanti, di cui il nostro presidente nazionale è stato sostenitore e fautore».

Il tema delle lauree professionalizzanti è fondale anche per lo sviluppo e l’evoluzione della professione del geometra. La recente approvazione della legge rappresenta una svolta per i professionisti del futuro.

«Si tratta di un provvedimento importantissimo – ha dichiarato immediatamente il presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli – per il quale la Categoria ha lavorato assiduamente e che costituisce uno straordinario risultato, completando il percorso di riforma di accesso alla professione di geometra avviato nel 2014. E’ una legge essenziale e trasparente per professioni già mature per questo passo, che si distingue per il contributo di chiarezza che assegna alla definizione univoca dei profili professionali. Le nuove classi di laurea – precisa il presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli - consentono l’iscrizione ai soli albi relativi alle professioni stabilite per legge, e non più a quelli junior di altre professioni. In ultimo, ma non per ultimo – conclude il presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli – desidero ringraziare anche tutti coloro che hanno creduto nel nostro progetto e per esso hanno profuso il proprio impegno. Fra loro, i presidenti della regione Veneto, tutti i loro consiglieri e iscritti, che hanno contribuito a tracciare un percorso innovativo nell’interesse professionale delle future generazioni, accogliendo cambiamenti epocali come la nuova denominazione dell’istituto tecnico per geometri in costruzioni, ambiente e territorio, e riuscendo a trasformarli in opportunità».

«Dopo l’approvazione delle lauree professionalizzanti – spiega Paolo Biscaro, presidente della Fondazione Geometri – il secondo tassello molto importante, e che darà un futuro certo ai professionisti geometri, è quello della laurea abilitante, pubblicato in Gazzetta Ufficiale proprio ieri. La nuova normativa dà la possibilità di sostenere l’esame di Stato contestualmente alla discussione della tesi di laurea e, quindi, dal giorno successivo permette di iscriversi all’Albo professionale. Il futuro della nostra categoria, che è attiva da 90 anni, è stato tracciato da questa importante novità: dopo 3 anni di attività didattica e laboratoriale, i giovani avranno la possibilità di entrare a far parte della nostra categoria».

Il truck sarà in grado di ospitare, in sicurezza, gruppi di ragazzi. Gli studenti potranno entrare o avvicinarsi al mezzo, vivendo un’esperienza diretta, oppure collegarsi in modalità online. Un canale smart ‘sintonizzato’ con le nuove generazioni. Ricco il programma di appuntamenti che racconteranno ai giovani le attuali opportunità professionali. La progettazione attraverso il rilievi con il drone, la restituzione di una nuvola di punti, dal rilievo fotogrammetrico alla figura del geometra nella Protezione Civile, fino alla nuova Laurea professionalizzante del geometra laureato.

La Cittadella del Geometra sul truck sarà la vetrina dell’offerta formativa e delle prospettive lavorative e sarà collocata all’interno del padiglione 6, Percorso Arancione. Un punto di riferimento per giovani studenti, famiglie e futuri geometri. Giovedì 25 e venerdì 26 novembre, dalle 9 alle 18, e sabato 27 novembre, dalle 9 alle 16.30, all’interno della Cittadella si potrà toccare con mano l’innovazione al servizio della professione.

Il progetto del truck è realizzato con il patrocinio di Consiglio nazionale dei Geometri, Cassa Geometri e in collaborazione con Fondazione Geometri italiani, la Cittadella del Geometra rappresenta una vasta macro area geografica che coinvolge la Consulta Regionale dei Geometri del Veneto, della Lombardia e del Trentino, la Federazione regionale dei Geometri dell’Emilia Romagna e i Collegi provinciali di Verona, Venezia, Padova, Vicenza, Belluno, Treviso, Rovigo, Reggio Emilia, Mantova, Bologna e Varese.