Economia | 19 novembre 2021

Paternoster: «Siamo in fase di ripresa, ma rimane il nodo del caro bollette»

L'onorevole Paolo Paternoster, deputato della Lega componente della commissione Bilancio, è intervenuto in collegamento da Roma per illustrare il proprio punto di vista in merito alla situazione di ripresa dell’economia italiana, approfondendo la questione Bonus.

Paternoster: «Siamo in fase di ripresa, ma rimane il nodo del caro bollette»

L'onorevole Paolo Paternoster, deputato della Lega componente della commissione Bilancio, è intervenuto in collegamento da Roma per illustrare il proprio punto di vista in merito alla situazione di ripresa dell’economia italiana, approfondendo la questione Bonus.

 

Per l'economia, soprattutto per alcuni settori, è un momento di ripresa, seppur con tante incognite. Che analisi fa di questo momento, anche dal suo punto di vista della componente della commissione Bilancio?

Siamo passati da un 2020 carico di sostegni - tanto è vero che i Decreti Sostegni che il governo aveva emanato per cercare di sostenere l'economia e tutte quelle categorie economiche che avevano sofferto terribilmente per il Covid - a un 2021 dove ci siamo concentrati già da gennaio con il nuovo governo a dire “ok, va bene sostegni, però puntiamo su una cosa assolutamente importante e decisa che è quello dei vaccini”. Abbiamo visto quindi nel 2021 un segnale importantissimo di ripresa. I dati parlano di un Pil che aumenterà a fine anno di oltre sei punti percentuali. Se aumenta il Pil aumenta il fatturato, e quindi il giro d'affari per le aziende. Sono contenti gli imprenditori e sono contenti anche i dipendenti. L’entusiasmo si smorza però queste persone si trovano a pagare già da questo mese delle bollette energetiche che sono esattamente il doppio di quella dell'anno scorso. Ho parlato con i più grandi gestori dei servizi elettrici nazionali e i fornitori di gas metano. C'è la prospettiva purtroppo di questi aumenti del costo dell'energia almeno fino alla metà del 2022. Allora, se da una parte c'è l'economia che è ripartita dall'altra parte c'è un problema immenso che è quello del caro bollette.

 

Parlando invece di incentivi del governo, è innegabile che l'erogazione di alcuni bonus, in primis il Superbonus ma ce ne sono tanti altri, abbiano dato una spinta importante in alcuni settori, pensiamo per esempio all'edilizia. Cosa ne pensa?

Questa politica dell'erogazione di bonus da una parte incentiva il lavoro ma dall'altra viene poi a pesare anche sulle casse dello Stato. C’è poi anche il PNRR, che potrebbe davvero dare una svolta in positivo e sbloccare a livello infrastrutturale diverse opere. Sono situazioni che non potrebbero mai essere sbloccate se non con degli aiuti straordinari che mette in campo l'Europa. Tutti gli interventi mirati al settore dell'edilizia sostenuti dal governo attraverso gli Ecobonus portano anche gettito fiscale. La gente si sistema la casa e questo è un bene: abbiamo case l’opportunità di avere abitazioni più moderne.