Lavoro | 11 novembre 2021

Meeters festeggia un nuovo milione e apre le porte della sede di Verona

La startup creata nel 2017 da Davide Zanon, Claudio Perlini e Francesco Nazari Fusetti, dal 29 ottobre ad oggi ha raccolto per mezzo del crowdfundind un milione di euro dalla propria community. Il prossimo obiettivo è lo sbarco in Spagna.

Meeters festeggia un nuovo milione e apre le porte della sede di Verona

La startup Meeters apre per la prima volta al pubblico le porte della sua sede di Verona il prossimo 19 novembre. È l’occasione per festeggiare insieme alla propria community il traguardo di 1 milione di euro raccolto durante la campagna di crowdfunding iniziata il 29 ottobre (e attiva fino al 27 dicembre) su Mamacrowd, la più importante piattaforma italiana per investimenti in equity crowdfunding che permette di investire nelle migliori startup e PMI italiane. Non solo: sarà il momento per incontrare di persona i fondatori e lo staff, ad oggi una trentina di persone, sentire la loro storia, conoscere i numeri e il dietro le quinte di una startup che è arrivata terza all’ultima edizione di B Heroes, l’X Factor delle startup italiane promosso dall’imprenditore Fabio Cannavale.

Meeters è stata creata nel 2017 da Davide Zanon (31 anni), oggi CMO e CPO dell’azienda, a cui si è affiancato prima Claudio Perlini (32 anni), oggi CFO, e poi Francesco Nazari Fusetti (34 anni), già tra i fondatori di ScuolaZoo e oggi General Manager. È una community per far conoscere le persone nel tempo libero: attraverso una piattaforma digitale organizza esperienze a pagamento di vario tipo - passeggiate, visite ai musei, percorsi di trekking e viaggi di gruppo in Italia, collaborando con guide qualificate.

«Verona è il luogo da cui tutto è partito, da un ufficio in un coworking. Tanto che all’inizio l’associazione, ora azienda, si chiamava Instameet Verona. Per noi è importante l’appartenenza al territorio. Per noi, la componente di aggregazione è fondamentale. Come pure la collaborazione con le guide locali, che costruiscono le esperienze da offrire, che poi noi andiamo a vendere», racconta il fondatore Davide Zanon.

Il prossimo obiettivo è lo sbarco in Spagna. Lo scopo del round di finanziamenti è infatti quello di raccogliere le risorse per sviluppare le funzionalità dell’app mobile, aumentare il numero di eventi organizzati coinvolgendo nuove città, soprattutto nel Sud Italia, e lanciare Meeters Spagna, per iniziare un percorso di internazionalizzazione <wbr></wbr>finalizzato all’espansione in 4 Paesi. L’obiettivo minimo di 800mila euro è stato superato: attualmente la campagna è a quota 1,1 milioni di euro, grazie a oltre 200 investimenti con taglio minimo di 250 euro. «L’anno prossimo apriremo un nuovo round di finanziamenti per soli fondi istituzionali. È quindi l’ultima volta che i piccoli investitori hanno la possibilità di partecipare», aveva spiegato Zanon.

«Vedere così tanta partecipazione da parte dei nostri clienti storici è una ulteriore validation della bontà nel nostro prodotto. Gli iscritti a Meeters non sono semplici clienti ma veri brand lovers», ha commentato il General Manager Francesco Nazari Fusetti. La quota di 1 milione di euro è stata raggiunta grazie alla partecipazione di investitori istituzionali tra i quali figura anche il comparto AZ ELTIF - ALIcrowd, primo ELTIF di venture capital che utilizza anche il crowdfunding per ricercare le aziende oggetto di investimento, istituito da Azimut Investments SA e gestito in delega da Azimut Libera Impresa SGR SpA.

Come spiega il CFO Claudio Perlini, «La presenza di ALIcrowd, oltre a rappresentare un importante risultato finanziario, è anche una conferma della qualità del lavoro svolto finora. In pochi anni, siamo riusciti a trasformare un’idea in un’azienda e ad affrontare una crisi che non ha eguali nella nostra epoca, uscendone non solamente indenni, ma addirittura in crescita».

Meeeters ha 37mila clienti con un abbonamento annuale per accedere ai servizi della piattaforma, e quasi 4mila partecipanti alle molteplici esperienze organizzate ogni mese (a settembre 232) con più di 150 guide professioniste. Attualmente la Lombardia raccoglie il 30% delle i membership attive, seguita da Veneto (17%), Emilia Romagna (15%) e Lazio (11%), con le province di Milano (14%) e Roma (10%) a spiccare. Il 71% degli iscritti di Meeters è donna, e oltre il 70% ha più di 40 anni.

Meeters ha generato ricavi per 422mila euro nel 2019, che sono diventati 800mila nel 2020. Il forecast per il 2021 è di 1,2 milioni di euro, ancora in crescita nonostante le restrizioni ai viaggi per il Covid. La startup finora ha raccolto già 1,25 milioni di euro: 500mila nel round seed del 2019 e 750mila tramite finanziamento convertendo nel 2020. 

Per conoscere ulteriori dettagli, e per approfondire le possibilità di investimento, l’appuntamento è il 19 novembre dalle 16 alle 21 nella sede di Meeters a Verona, in borgo Roma. Chi vorrà partecipare all’evento, potrà prenotare direttamente il proprio posto sul sito dell’azienda.