Lifestyle | 09 novembre 2021

Storie da raccontare sul palco della "Scuola per l'imprenditoria"

Sabato 6 novembre al Teatro Fucina Machiavelli di Verona è andato in scena l'evento conclusivo del corso formativo 2021 organizzato dai Gruppi giovani delle principali associazioni di categoria scaligere. Sul palco imprenditori, formatori, atleti olimpici e paralimpici.

Storie da raccontare sul palco della "Scuola per l'imprenditoria"

Storie di vita, storie di persone che a modo loro rappresentano qualcosa di nuovo, di innovativo, da cui attingere ed ispirarsi. Sono quelle raccontate sabato 6 novembre sul palco del Teatro Fucina Machiavelli, a Verona, in occasione dell’appuntamento che ha chiuso l’edizione 2021 della Scuola per l’imprenditoria, dal titolo "Le competenze per il futuro", organizzata da Maatmox.

Un evento nuovo caratterizzato da un modello simile al Ted X che ha entusiasmato i partecipanti in platea. Interventi che hanno toccato alcuni cambiamenti rilevanti nella nostra società, come la gestione del tempo nel periodo post pandemia, affrontata dall’imprenditore e filantropo veronese Giuseppe Manni.

Questione del tempo che è stata toccata da un punto di vista opposto e speculare anche da Ezio Orzes, ex amministratore del comune di Ponte nelle Alpi, in provincia di Belluno, salito alle cronache, per diversi anni, come comune più riciclone d’Italia.

Anche l’innovazione è stata al cento della mattinata, a partire dalla storia di Andrea Devicenzi, atleta paralimpico e formatore che si è inventato un prototipo unico di stampella dopo aver rinunciato, per scelta, alla protesi.

Pure il navigatore esperto Marco Rossato ha fatto una scelta coraggiosa, quella di montare un motore elettrico per le sue attraversate nel mediterraneo e, prossima, nel 2024, nell’oceano Atlantico sfruttando l’energia del moto ondoso.

Altro tema quello della leadership, gentile nel caso della formatrice Luisa Capitanio, co-founder de Il Bel Lavoro SB.

Leadership che per il life coah Daniele Tarozzi si raggiunge grazie alla squadra e a un'attenta attività di recruitment. 

Di innovazione ci ha parlato anche Cristian Savani, ex capitano della nazionale di Pallavolo, Bronzo olimpico a Londra 2012. Spazio anche alla Blockchain, il cui significato è ancora per molti oscuro. Noi lo abbiamo chiesto all’imprenditore Wolfgang Dirnberger. La risposta? «Aprite un libro e iniziate a studiare».

 

Matteo Scolari