Lavoro | 05 novembre 2021

Metodi di insegnamento innovativi: il TAGteach per un apprendimento sereno e di successo

Dalle campionesse paraolimpiche canadesi ai chirurghi americani, quello del TAgteach è un metodo innovativo di insegnamento applicato con successo in tutto il mondo. A Verona, Luca Canever, lo usa per ottimizzare le performance scolastiche di ragazzi con bisogni speciali

Metodi di insegnamento innovativi: il TAGteach per un apprendimento sereno e di successo

Dalle campionesse paraolimpiche canadesi ai chirurghi americani, quello del TAgteach è un metodo innovativo di insegnamento applicato con successo in tutto il mondo. A Verona, Luca Canever, lo usa per ottimizzare le abilità e l'apprendimento di ragazzi che necessitano di sostegno nelle scuole.

In occasione del focus innovazione, ai microfoni di Verona Economia ci ha spiegato la metodologia, l'iter di formazione e le differenze dal metodo tradizionale.

Come nasce il TAGteach e come si è avvicinato a questo insegnamento?

 Il TAGtach nasce negli anni trenta del Novecento con il comportamentismo. Si è scoperto che a un comportamento qualsiasi si può associare un rinforzo: si intreccia da i due elementi una positività grazie alla quale il soggetto ripeterà tale comportamento. È una tecnica nata per addetsrare gli animali ma, di recente è stata trasferita sugli esseri umani portati importanti frutti.

Io l'ho conosciuto per caso quando nel 2008 sono diventato papà e volevo spostare le conoscenze che aveva appreso nell'ambito animale anche in quello umano.



 

Come  avviene in insegnamento quali sono le modalità?

L’insegnamento avviene con un cambiamento di paradigma rispetto a quello classico, ovvero ci si focalizza solo su un contenuto da veicolare. Uno alla volta dando poche istruzioni perché bisogna rinforzare quello specifico comportamento.

Per farlo ci sono diversi segnali come il click di una penna, il rumore di un marker o un tocco sulla spalla. Non usiamo la parola perché può essere associata anche a stimoli non sempre piacevoli.

 

In che modo il TAGteach può essere considerato un metodo alternativo e all'avanguardia?

Può essere considerato un metodo alternativo proprio perché si focalizzano su un unico elemento in una situazione specifica, non in un contesto complesso e ricco di stimoli come quello della didattica tradizionale. L’alunno non viene quasi mai corretto nei suoi errori attraverso rimproveri o rettifiche

 

Quali sono i progetti in cantiere?

Insegno alla scuola secondaria di secondo grado e lavoro insieme a ragazzi con bisogni speciali. Il TAGteach mi aiuta nel definire piccoli obiettivi a breve termine, procedendo step by step.

Facendo un esempio concreto: attraverso questo metodo graduale, l’alunno che seguo da diversi anni, ha ottenuto notevoli miglioramenti. Ha imparato a usare e tenere bene la penna; non solo, dall’avere repulsione per la lettura ha cambiato prospettiva maturando un interesse. Oggi è lui a chiedermi di leggere perché è interessato e curioso.

 

Questo metodo può essere applicato ad altri insegnamenti come lo sport o le arti?

Il tag dice è come una vite usata per costruire una nave o uno scaffale a casa. È versatile e applicabile in modo trasversale. Ha dato prova della sua bontà come metodo proprio perché è stato applicato in tantissime discipline senza mai essere stato cambiato nei suoi protocolli.

Esempio è usato dai pescatori in Alaska per le procedure di sicurezza a bordo dei battelli, viene usato a New York negli ospedali Montefiore per insegnare ai chirurghi ortopedici le procedure di lavoro. Inoltre, è adottato per la danza  ed è stato insegnato alla squadra di ginnastica ritmica delle Paralimpiadi canadesi la quale è riuscita a ottenere cinque medaglie d'oro nelle Olimpiadi del 2008 di Pechino proprio con il TAGteach.

Erika Funari