Economia | 26 settembre 2021

OPA CAttolica Assicurazioni su Generali: Il via dal 4/10 ma i dubbi del mercato sul prezzo offerto sono molti e ci si attende un significativo rialzo.

Siamo arrivati al tempo del via libera da parte di IVASS e Consb all'Offerta Pubblica di Acquisto da parte di Generali che vuole comprarsi Cattolica Assicurazioni di Verona a prezzi da saldo . A quanto è dato di sapere manca ancora il parere dell'Antitrust

OPA CAttolica Assicurazioni su Generali: Il via dal 4/10  ma i dubbi del mercato sul prezzo  offerto  sono molti e ci si attende un significativo rialzo.

Le notizie di stampa  dicono che  il  Consiglio di Amministrazione di Cattolica Assicurazioni, supportato dagli advisor Citigroup e Kpmg, dovrebbe riunirsi martedi' 28 settembre  per discutere della valutazione della  congruita' del prezzo offerto da Generali per l’Opa, pari a 6,75 euro per azione. Il parere del nuovo Cda di Cattolica  servirà agli azionisti per capire  quanto vale veramente Cattolica. Per inciso ricordo che gran parte dell'attuale CdA  è stato nominato recentemente  dall'assemblea degli azionisti che ha visto prevalere il socio  Generali  mentre la lista presentata dai fondi riuniti  in Assogestioni,  è arrivata seconda e quindi  ha eletto in seno al  Consiglio i soli esponenti previsti per la minoranza.
L’Opa partira' il prossimo 4 ottobre e si concludera' il 29 ottobre 2021.
L’efficacia dell’offerta promossa da Generali e' subordinata al raggiungimento di almeno il 66,7% del capitale, percentuale  utile a modificare lo statuto, per cui ad es. si  potrebbe decidere di fondere la società   veronese e candellarla. Tra le condizioni annunciate  però, si legge che Generali  potrebbe accontentarsi di arrivare  alla maggioranza assoluta per inserire  formalmente la vecchia Cattolica nel Gruppo Generali.

Venerdi 24/9/2021, Cattolica  ha chiuso a 7.20, ben al di sopra del prezzo  offerto, per cui è possibile  che,   dopo i primi giorni   di offerta, visti i risultati,  Generali sia  costretta ad aumentare il prezzo offerto per essere sicura di ottenere il risultato sperato. 
Noi  come il  mercato, pensiamo che il prezzo dovrebbe essere  molto più alto, dato che la semestrale  ultima approvata dice che  il valore unitario di una azione è di 12 € circa. Credo che gli azionisti di  minoranza, i fondi, i   piccoli e sparsi oltre le provincie  storiche, debbano meditare bene la scelta da fare. Credo molti attendano le mosse dell'americano  Buffet  che ha pagato   a prezzi superiori dell'Opa  il suo pacchetto   che pesa  circa il 10%.  Gli uffici milanesi  dell'americano hanno tenuto un  ruolo defilato e riservato, ma penso che aspettino con interesse  le valutazioni del Cda  e le mosse successive di Generali. Anche questo  potrà influenzare il mercato. 

Infine, se l'operazione non  dovesse andare in porto, credo  sia utile  segnalare  che, stanti le frizioni in seno ai vertici di Generali  di cui si parla in questi giorni, le ripercussioni sull'offerente e dintorni non potranno che aumentare.

maurizio zumerle