Economia | 18 settembre 2021, 11:05

Cattolica se ne va? Speriamo di no. Io non venderò a questi prezzi!

E' arrivato il via libera da parte delle autorità alla acquisizione da parte di Generali di ulteriori quote di Cattolica Assicurazioni. Questo via libera permetterà a Generali, se il mercato si accontenterà, di comprarsi ad un tozzo di pane il controllo di Cattolica. Ricordiamo ai politici veronesi che volessero intervenire, che c'è ancora una causa in atto con i vecchi soci e agli azionisti del rischio di perdere la quotazione.

Cattolica se ne va? Speriamo di no. Io non venderò a questi prezzi!

E che fine faranno  gli azionisti veronesi che per oltre un secolo hanno sostenuto la loro compagine assicurativa? Moltissimi se ne fregano, sono soldi  e basta, magari trovati facilmente, per cui anche se vanno  non importa. Molti nonostante fossero stati avvvisati non  credevano  che avrebbero perso  i loro soldi, tatno erano in più, forse non gli servivano. Eppure la ricchezza  va trattata con rispetto  come i talenti della famosa parabola. Molti , invece , saranno quelli che si considerano furbi oche sono creduloni e  ancora una volta  pensano di poter ingabbiare il grande capitale e di trarne vantaggi. Visioni  di corto periodo e nemmeno  egoistiche, solo  poco accorte.  Moltissimi di coloro  che hanno votato,  permettendo che questo  avvenga, e non   miriferisco solo a Cattolica,  se ne stanno rammaricando.  Ma tant'è del senno di poi dice il detto, ne sono piene le fossa.... Noi  molto modestamente crediamo sia meglio  aspettare a vendere, e che Generali riformuli la sua offerta , come si attende il mercato, portandola a 8€, o ancora  di più,  dato che il titolo li vale.  Ma ognuno faccia come crede , magari aspetti di valutare il  determinante atteggiamento dell'americano  W. BUFFET che le ha pagate  ben di più della miseranda offerta fatta Generali. Ancora,  occorrerà vedere l'atteggiamento dei fondi che  hanno  presenze importanti nel Cda, frutto di un voto di capitale appena dopo  Generali. Ricordo che  comprando a questi prezzi  la compagnia  Generali si porta a casa anche quel ricco pacchetto di azioni proprie che sono in portafoglio  a Cattolica. Un di più che indica  che   con pochi soldi Generali si compra il controllo. Glielo lasceranno fare i nuovi azionisti di minoranza o no? Attenti  però al rischio che Cattolica venga de-listata. In tal caso   sarà quasi  obbligatorio vendere  perchè  non sarà più garantita la vendita.

Io aspetterò fino all'ultimo a vendere, perchè credo che alle condizioni prospettate  saarà una tragedia finanziaria  che la città non si  meritava. Ed i politici che vogliono candidarsi  ci pensino.....

Maurizio ZUMERLE