Imprese | 16 settembre 2021

Arduini: «Formazione e sicurezza i nostri punti di forza»

In occasione del Focus automotive e motori, sezione speciale del settimanale Verona Economia, abbiamo intervistato Nicola Arduini, titolare di Arduini e Nerboldi. L’azienda è parte del gruppo Eurodiesel, uno dei leader nella provincia scaligera nel settore dei mezzi pesanti

Arduini: «Formazione e sicurezza i nostri punti di forza»

In occasione del Focus automotive e motori, sezione speciale del settimanale Verona Economia, abbiamo intervistato Nicola Arduini, titolare di Arduini e Nerboldi. L’azienda è parte del gruppo Eurodiesel, uno dei leader nella provincia scaligera nel settore dei mezzi pesanti.

«Il gruppo Eurodiesel affonda le proprie radici nel settore grazie alla fondazione di Arduini e Nerboldi nel 1965. Da allora ci occupiamo di manutenzione e riparazione di mezzi pesanti. Negli anni Ottanta viene costituita Eurodiesel che dal 1987 è concessionaria per la vendita di veicoli industriali Man, uno dei leader mondiali del settore e parte integrande del gruppo Volkswagen».

Quello de mezzi pesanti è un mercato in continua evoluzione: «Le traiettorie di variazione sono tre -sottolinea Arduini-. Il sistema dei mezzi alla guida, la sostenibilità e come terzo fattore di modificazione è necessario tenere presente è la logistica. I grandi centri logistici nei centri urbani complicano l’auto trasporto: si sta quindi optando, come trend generale, l’uso di mezzi a basse emissioni in particolare per le consegne del cosiddetto “ultimo miglio”».

Un planning aziendale e logistico che fa salire la richiesta di revisione: «Stanno nascendo sempre più centri di revisione e officine nelle strette vicinanze delle città, presso i centri logistici stessi o addirittura presso la sede del cliente stesso».

Viaggiare e lavorare in sicurezza è uno degli imperativi della viabilità visti anche i recenti incidenti nei tratti autostradali che hanno coinvolto mezzi pesanti: «Un primo focus di attenzione è la sicurezza sul lavoro -sottolinea Nicola Arduini-, in un Paese evoluto come il nostro dovrebbe essere al centro della cultura del lavoro. In seconda battuta, è necessario trasportare persone e merci in sicurezza. Per questo i veicoli Eurodiesel sono dotati di sistemi di sicurezza avanzati di assistenza alla guida».

Tuttavia, il parco circolante in Italia non è ancora al passo con gli altri Stati della Comunità Europea: infatti, un terzo dei veicoli circolanti nel perimetro nazionale è stato immatricolato prima del 2000

«La transizione verso le nuove tecnologie e il diesel è ancora lunga. A questo va aggiunto il pesante ritardo nella revisione di legge dei mezzi pesanti che si è accumulato anche a causa della Pandemia. Da tempo si sta parlando di privatizzazione di revisione: credo sia la scelta più opportuna per accelerare il processo di cambiamento».

Arduini e Nerboldi, così come il gruppo Eurodiesel, elabora progetti in prospettiva futura per il consolidamento e la crescita dei vari comparti aziendali: «Il nostro obiettivo principale è rinsaldare la posizione sul mercato e aumentare le quote. Dal punto di vista dei servizi vogliamo continuare a offrirne quanti più possibile in modo celere ed efficacie ragionando in termini di “One stop shop”, cioè “una fermata, tutti i servizi”. Un tema che ci sta a cuore è la formazione tecnica del personale in linea con le evoluzioni di mercato; inoltre, eroghiamo corsi in collaborazione con l’Istituto Tecnico superiore di Verona Last di cui siamo partner».

Erika Funari