Imprese | 14 settembre 2021

Sacconi: «Autosilver verso digitale e green»

In occasione dell'Automotive Dealer Day di Veronafiere abbiamo intervistato Federico Sacconi, general manager di Autosilver. Mercato dell'elettrico in espansione, emissioni ridotte e app per servizi da remoto: i temi trattati

Sacconi: «Autosilver verso digitale e green»

Partito questa mattina l’Automotive dealer Day, l’evento di riferimento per l’Ecosistema Automotive organizzato da Veronafiere. Tre appuntamenti per gli appassionati di auto, concessionari, case costruttrici e aziende della filiera: oggi, domani e giovedì 16 per conoscere i brand, scoprire i nuovi andamenti di mercato ed esplorare le frontiere dell’auto sostenibile.
 
Per misurare la temperatura del settore, abbiamo intervistato Federico Sacconi, general manager di Autosilver, uno dei riferimenti automobilistici della provincia scaligera e non solo.
 

 

Come nasce Autosilver Verona?

«E’ una delle società figlia di un gruppo più ampio che fa capo alla famiglia Bonetti. Si diversifica in diversi settori ma torva nell’automotive il settore pulsante. Autosilver nasce a Verona nel 2010 come con cessionaria ufficiale Mercedes. La sede originaria era a San Martino Buon Albergo poi nel 2013 ci siamo trasferiti nella location attuale».

Autosilver Verona si occupa di vendita di Mercedes nuove e private van inoltre, è a disposizione del cliente un centro assistenza che fornisce servizi di officina e carrozzeria

 

Come sta cambiando il mercato dell’auto?

«Attualmente il mercato dell’auto è in rapida evoluzione e segue due andamenti principali. Il primo è relativo al cambiamento climatico: parliamo perciò dell’ibrido e dell’elettrico. Le case automobilistiche e i dealer cercano di rispondere nel modo più performante possibile alle nuove necessità ambientali. L’ecosostenibile è un trend in continua crescita. La sfida sarà, non tanto far fronte all’aumento della richiesta di elettrico, ma fornire delle infrastrutture diffuse e adeguate. Il primo problema è la ricarica».

Mercedes sta proseguendo a passo deciso verso la sostenibilità: «Ha acquistato la prima fabbrica del mondo che produce acciaio verde in Svezia con il quale produrrà le vetture senza emissioni. Inoltre, sono in corso lavori per rendere autonome le fabbriche da un punto di vista energetico. Autosilver Verona come dealer sta seguendo il tracciato del green e dell’attenzione all’ambiente».

Il secondo vettore di modificazione del mercato dell’auto riguarda i mandati delle case automobilistiche che stanno subendo degli stravolgimenti in seno a delle specifiche direttive europee.

 

Come vi state preparando per l’Automotive dealer Day?

«Mercedes è sempre presente a eventi di caratura nazionale e non solo. È un’occasione di incontro e di confronto. Inoltre, sono previsti approfondimenti business specifici sulla gestione usato e sulle garanzie, sui problemi di mercato che soffre della questione microcip. Parteciperemo anche a convegni di natura generica con altri dealer e con la casa madre».

 

Quali sono i progetti futuri di Autosilver Verona?

«E’ previsto un adeguamento in linea con le direttive Mercedes che ci condurrà verso l’obiettivo zero emissioni. Stiamo implementando i servizi soprattutto sul fronte del digitale come il controllo dell’auto da remoto e la gestione di servizi con il service da applicazione».

Erika Funari