Economia | 10 settembre 2021

Allarme allevamenti: prezzo del latte alle stelle

La crisi economico-sanitaria ha fiaccato il comparto del latte con una filiera che rischia di non essere sostenibile. Sale il prezzo dei foraggi e della trasformazione delle materie, allevatori con stipendi al minimo

Allarme allevamenti: prezzo del latte alle stelle

Allevamenti a rischio e prezzo del latte alle stelle. La crisi economico-sanitaria sta ancora mettendo a dura prova il comparto del latte e derivati nonché gli allevatori che si occupano del bestiame in stalla che, negli ultimi mesi, hanno dovuto anche fare i conti con un clima impazzito.

La segnalazione di crisi proviene dalla Coldiretti: «Abbiamo scritto al Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli per chiedere di aprire subito un tavolo di confronto – spiega il presidente Coldiretti, Ettore Prandini –. L’obiettivo è approdare a una soluzione condivisa che garantisca una corretta remunerazione con una equa distribuzione di valore lungo la filiera».

La situazione di difficoltà riguarda tutto il comparto zootecnico italiano, dalla carne al latte, con gli allevatori messi sotto pressione da prezzi troppo bassi a fronte del rincaro delle materie prime e dei foraggi, dal mais alla soia, a causa delle tensioni generate dalla pandemia.

La filiera che parte con le derrate alimentari per gli animali fino alla distribuzione del prodotto latte sta rischiando di non essere più sostenibile a livello economico.

Tra le cause, i rincari delle materie prime alla base dell’alimentazione del bestiame e l’aumento dei costi di produzione.

Inoltre, prosegue il dibattito sull’adeguata remunerazione del lavoro degli allevatori: «E’ condizione imprescindibile per mettere al sicuro la filiera e continuare a garantire ai consumatori prodotti di qualità -prosegue Prandini-. La pandemia ha concesso di maturare maggiore consapevolezza in relazione all’importanza dell’alimentazione e della qualità dei prodotti».

Sono scomparsi 2milioni tra mucche, maiali, pecore e capre negli ultimi dieci anni, secondo l’analisi della Coldiretti. A rischio anche la biodiversità delle stalle italiane dove sono minacciate di estinzione ben 130 razze allevate.