Lifestyle - 09 settembre 2021, 12:08

Fine della corsa per il Connecting Europe Express

Termina oggi il viaggio in Italia il treno speciale per l’Anno europeo delle ferrovie 2021. Una delle tappe è stata Verona. Proseguirà il viaggio nelle città più suggestive fino ad arrivare a Parigi il 7 ottobre

Fine della corsa per il Connecting Europe Express

Il Connecting Europe Express ha concluso oggi il suo viaggio in Italia. Ha salutato tutti, con un ideale arrivederci, dal tetto del Belpaese, da Brennero, la stazione più a settentrione e la più alta dello Stivale (1371 metri s.l.m).

 

Tra le tappe percorse dal treno dedicato alla scoperta delle bellezze italiane, anche la stazione di Verona Portanuova.

Tra le altre soste Torino Porta Nuova, Milano CentraleGenova Piazza PrincipeRoma TerminiVaiano (PO), Nogara<wbr style="color: rgb(40, 42, 51); font-family: "Playfair Display"; font-size: 13.5pt; "></wbr> (VE) e Bolzano.

 

Lo speciale treno è stato allestito per l’Anno europeo delle ferrovie 2021. Terminato oggi il percorso italiano prosegue da Brennero la sua corsa verso Innsbruck e il Centro Europa per giungere infine il 7 ottobre a Parigi. Un percorso tanto simbolico quanto concreto per ricordare la capacità del treno di unire persone, Paesi e aziende.

 

Ad accoglierlo nella stazione di Brennero, l’Amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana Vera Fiorani, il Chief Executive Officer ÖBB (la compagnia ferroviaria austriaca) Andreas Matthä, la Vicepresidente della Provincia del Tirolo Ingrid Felipe, l’europarlamentare austriaca Barbara Thaler, il Coordinatore europeo del Corridoio Scandinavo-Mediterraneo Pat Cox e la Viceministra del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Teresa Bellanova.

 

Vera Fiorani si è dichiarata ampiamente felice e

 

«Sono soddisfatta del viaggio appena concluso -commenta Vera Fiorani-, 12 ore intense da Roma a Brennero che si sono trasformate in una proficua occasione di lavoro e confronto con stakeholder locali, nazionali ed europei sull’importanza del collegamento ferroviario dell’Italia con gli altri Paesi europei, grazie a opere strategiche come il tunnel del Brennero».

 

L'opera è stata al centro del panel "Il corridoio del Brennero nel contesto europeo e locale", tenutosi nel vagone conferenze del Connecting Europe Express nel tratto da Bolzano al Brennero.

 

Tra gli amministratori locali della Provincia di Bolzano coinvolti negli interventi di potenziamento delle infrastrutture ferroviarie di adduzione al tunnel e il board di BBT, Vera Fiorani e la commissaria governativa Paola Firmi, alla presenza della Viceministra Teresa Bellanova, del commissario europeo Pat Cox e del direttore Enrico Maria Puija del MIMS. Tunnel del Brennero interessato da lavori in corso che, come ha ricordato Vera Fiorani nel suo intervento, per quanto impattanti con i loro cantieri hanno un forte consenso da parte delle realtà locali, consapevoli dei benefici per l’economia e i trasporti del territorio sempre più integrati nel contesto continentale.

 

Integrazione evidenziata anche dalla Viceministra Teresa Bellanova: «Sarà un’Europa più coesa, più connessa fisicamente, più inclusiva, sostenibile e integrata, più a misura di persone, quella attraversata dalle Reti Transeuropee dei Trasporti. Per questo sono felice oggi di essere qui per l’ultima tappa italiana del Connecting Europe Express rimarcando ancora una volta l’attenzione e l’impegno dell’intero Governo italiano e del nostro Ministero per tutti quegli interventi che, attraverso sistemi di mobilità sempre più efficaci, accessibili e sostenibili, puntano a facilitare e velocizzare i movimenti delle persone e delle merci, garantendo contemporaneamente e dovunque con sicurezza e attenzione agli equilibri ambientali e paesaggistici».

 

Passeggeri e merci al centro di una mobilità sostenibile nella triplice accezione del termine, ambientale, economica e sociale. Quel tipo di mobilità rappresentata appieno dal Connecting Europe Express, ideato proprio per sensibilizzare quante più persone sull’utilizzo del treno, una scelta consapevole verso il mezzo di trasporto meno inquinante e più integrato, comodo ed economico.

SU