Enti | 03 settembre 2021

Agsm Aim continua a crescere

Il primo semestre post fusione si chiude con bilancio positivo in tutte le aree business. I ricavi si attestano a 704,9milioni di euro con un margine operativo cresciuto del 25%. Soddisfatto il presidente Casali

Agsm Aim continua a crescere

Nel Consiglio di Amministrazione di Agsm Aim sono stati illustrati i risultati al 30 giugno 2021. Tutti gli indicatori economici sono in crescita. I ricavi si attestano a 704,9milioni di euro, in significativo aumento rispetto ai 555,4milioni di euro registrati in precedenza.

Il margine operativo lordo è cresciuto del 25% attestandosi a 71,2milioni di euro rispetto ai 56,9milioni dello scorso anno. L’utile netto è più che raddoppiato, passando da 10,6 milioni di euro a 22,1 milioni di euro al 30 giugno 2021.

«I risultati conseguiti da Agsm Aim nei primi sei mesi del 2021 testimoniano la validità della scelta strategica che ha portato alla fusione tra Agsm Verona e Aim Vicenza - ha commentato il presidente di Agsm Aim, Stefano Casali -. A dimostrazione, il positivo contributo apportato da tutti i settori di business in cui è attivo il Gruppo. Un percorso di integrazione tra le due realtà che ha preso buono slancio e che proseguirà su questa linea».

Ai risultati del primo semestre hanno contribuito positivamente tutti i settori di business in cui è attivo il Gruppo. In particolare, la business unit Vendita ha beneficiato dell’incremento dei volumi del commercio di gas mentre il positivo risultato della business unit Produzione è da ricondursi ai maggiori volumi di energia elettrica prodotta, soprattutto da fonte idroelettrica.

Buoni anche i dati delle aree di business Distribuzione e Ambiente. Nel corso dei primi 6 mesi del 2021, gli investimenti di Agsm Aim si sono attestati a 34,4milioni di euro. In miglioramento anche la posizione finanziaria netta, scesa dai 296milioni di euro ( 30 giugno 2020) ai 235milioni (30 giugno 2021).