Economia | 30 luglio 2021

Regione: al via finanziamenti per nuova ciclopedonale

200mila euro per un percorso naturalistico sulle Colline del Prosecco. Il sito dal 2019 è Patrimonio dell'Umanità riconosciuto dall'Unesco e attraversa luoghi storici della Grande Guerra

Regione: al via finanziamenti per nuova ciclopedonale

La Giunta regionale del Veneto ha approvato una delibera che stanzia la somma di 200mila euro per la realizzazione di una nuova passerella ciclopedonale lungo lo storico percorso naturalistico che si snoda lungo le colline del prosecco.

Secondo il progetto, la zona attraversata dalla passerella ciclopedonale sarebbe quella di Campea, tra i comuni di Farra di Soligo e Follina. Si tratta di un’opera fortemente voluta e condivisa tra le due amministrazioni comunali in provincia di Venezia che ne hanno finanziato la progettazione con lo scopo di  valorizzare e la promuovere i territori.

Il sito “Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene”, dal 2019 è riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

«Si tratta di una somma il cui valore trascende l’aspetto economico, per assumerne uno storico-culturale, ambientale e paesaggistico – afferma il Presidente della Regione Luca Zaia – Le Colline del Prosecco rappresentano infatti un unicum nel panorama dei siti riconosciuti Patrimonio dell’Umanità, con un paesaggio che è il risultato di pratiche rispettose dell’ambiente e che fanno un uso virtuoso del territorio, segno dell’interazione positiva tra uomo e ambiente».

Molti dei siti del percorso riporteranno con la memoria alla Grande Guerra, grazie alla possibilità di visitare numerose trincee, gallerie e postazioni militari poste sulle colline.

Nel dettaglio, il tracciato inizia da Vidor e si snoda attraverso Colbertaldo, le alture meridionali di Valdobbiadene, Col San Martino, le Vedette di Farra di Soligo, Premaor di Miane, i Tre Ponti di Follina, l’area di Cison con Zuel di Qua e di Là, Arfanta, Tarzo, Nogarolo, per giungere a Serravalle, unendo porzioni di alcuni dei 37 itinerari dell’altro progetto naturalistico di mappatura dei sentieri delle Colline Unesco attualmente in corso.