Lifestyle | 17 luglio 2021

Mercato immobiliare: Veneto in crescita, Verona +1,9%

Secondo le stime di Immobiliare.it, per comprare casa a Verona servono almeno 2mila euro/mq: attestato un aumento dei prezzi rispetto all'ultimo semestre dello scorso anno. Il costo medio delle locazioni a livello regionale sale dell'1%

Mercato immobiliare: Veneto in crescita, Verona +1,9%

Nel primo semestre del 2021 il Veneto fa registrare una lieve oscillazione positiva per quel che riguarda i costi del residenziale. Secondo l’Osservatorio di Immobiliare.it (www.immobiliare.it), curato dalla nuova business unit Immobiliare Insights specializzata in analisi e dati di mercato, i prezzi richiesti per gli immobili residenziali in vendita si sono attestati a 1.920 euro al metro quadro, con un aumento dello 0,8% rispetto al semestre precedente. Andamento simile per le locazioni che salgono dell’1%.

Tra i capoluoghi, Verona, Rovigo e Padova fanno registrare un segno più nei prezzi rispetto a luglio-dicembre 2020 (+1,9%, +1,8% e +1,2%, rispettivamente). Male invece Belluno, con un record del -5,6%, e Venezia, che perde il 3,7%. Quest’ultima – con un prezzo al metro quadro pari a 3.000 euro – è la più cara. Sopra i 2.000 euro/mq Verona e Treviso (2.291 e 2.110, rispettivamente). La città più economica – unica sotto i 1.000 euro – è Rovigo, dove servono 999 euro/mq per trovare casa. 

Le locazioni

 

Il costo medio delle locazioni a livello regionale sale dell’1% e si attesta sui 9,7 euro al metro quadro. Si distinguono per le oscillazioni positive Rovigo e Padova (+3% e +2%, rispettivamente), in forte calo invece – anche in questo frangente – Venezia (-4,9%). Per chi è alla ricerca di una casa in affitto Venezia rimane comunque la città più cara: 11,7 euro/mq. Seguono a pari merito – 10,2 euro/mq – Padova, Verona e Treviso. Anche nell’affitto Rovigo si evidenzia come l’alternativa più economica, con 6,8 euro/mq.