Enti | 14 luglio 2021

Unione Montana Lessinia Orientale: impegno, organizzazione e vicinanza

In occasione dell'annuale Premio Verona Network abbiamo intervistato Luciano Marcazzan, referente della nuova unione che traghetta le ex comunità montane della Lessinia in una nuova rete territoriale

Unione Montana Lessinia Orientale: impegno, organizzazione e vicinanza

Organizzazione, impegno e vicinanza sono i valori che hanno spinto la cintura montana di sette paesi della Lessinia a mettersi insieme in un’unione territoriale e di mutuo sostegno. Sono state gettate le basi dell’Unione Montana Lessinia Orientale, un traguardo per la costruzione di una grande comunità coesa.

In occasione dell'annuale Premio Verona Network abbiamo intervistato il referente, Luciano Marcazzan, nonché sindaco di San Giovanni Ilarione, il paese territorialmente più ampio aderente all’Unione montana.

«La nostra realtà nasce in seguito a un dettato normativo che trasforma le comunità montane in unioni montane: non è un processo automatico ma richiede l’impegno dei territori e dei comuni per costituire una nuova rete sinergica di valorizzazione del territorio».

Con delle delibere di indirizzo i sette comuni della zona orientale della Lessinia hanno deciso di dare seguito a un progetto di unione consolidando le finalità già stabilite nel corso degli anni.

«Una scelta cruciale visto il momento storico segnato da criticità. Un progetto che richiede ancora più impegno e che risulta di estrema rilevanza nel solco della ripresa post pandemica. Come sindaci siamo sempre alla ricerca di soluzioni innovative che possano rispondere concretamente ai bisogni dei cittadini sempre in un’ottica di vicinanza e sostegno. L’attività svolta in questo anno e mezzo è stata impegnativa ma decisiva per la creazione di una comunità coesa e propositiva».

I Comuni che aderiscono all’Unione Montana Lessinia Orientale sono: Velo Veronese, Tregnago, Badia Calavena, Selva di Progno, San Giovanni Ilarione, San Mauro di Saline e Vestenanova.

«Un progetto ambizioso che lega la Lessinia per dare risposte ai cittadini: la messa insieme di queste municipalità permette di definire progetti concreti per la valorizzazione del territorio e la sostenibilità, oltre le tradizionali competenze di ogni singolo comune».

Un impegno profuso quello del sindaco Marcazzan che «Che nasce dalla passione e non dal vezzo di potersi fregiare di una qualifica istituzionale. Per me e per i miei colleghi sindaci la spinta che motiva l’impegno quotidiano è il benessere dei cittadini e del territorio: Dal canto mio, cerco di portare l’esperienza della gestione aziendale privata nella pubblica amministrazione con la volontà di alzare l’asticella dell’efficienza. La soddisfazione maggiore è attestare come un impegno fondato dalla collaborazione istituzionale possa portare a un benessere diffuso, a un vantaggio che non si ferma ai singoli soggetti ma si ripercuote su tutti i cittadini, le imprese e la nostra Lessinia».

Erika Funari