Risparmio | 13 luglio 2021

Banco BPM: successo per i Social Bonds

La prima emissione di Social Bonds, da 500 milioni di euro, sarà destinata a finanziare le PMI colpite dall’emergenza pandemica. Forte interesse degli investitori. Storico il legame del Gruppo con i territori di riferimento.

Banco BPM: successo per i Social Bonds

Banco BPM ha concluso il collocamento della sua prima emissione di Social Bond (Senior Preferred), destinata a investitori istituzionali, per un ammontare di 500 milioni di euro e scadenza 15 luglio 2026.

L’obbligazione finanzierà un portafoglio selezionato di PMI, cui sono state concesse erogazioni coperte dalla garanzia pubblica prevista nel Decreto Liquidità per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Banco BPM pubblicherà, per tutta la vita del bond, una rendicontazione annuale, per assicurare la trasparenza sull’allocazione dei proventi dell’emissione e sui benefici sociali finalizzati alla salvaguardia dei posti di lavoro delle PMI, colpite dall’emergenza sanitaria.

Il titolo sarà quotato presso il Luxembourg Stock Exchange, ha un rating atteso di Ba2(Moody’s), BBBL(D) e una durata di cinque anni. La cedola annua è pari allo 0,875% e la data di regolamento è il 15 luglio 2021. L’emissione è stata sottoscritta da investitori istituzionali, principalmente Banche (43%) e Fondi (40%), distribuiti geograficamente, per il 72% in Italia e per il restante 28% nei principali paesi europei.

«Questa prima emissione – commenta Giuseppe Castagna, Amministratore Delegato di Banco BPM – dimostra quanto la sostenibilità sia già integrata nelle strategie aziendali della banca. La risposta del mercato istituzionale è la prova che siamo in grado di coniugare la vicinanza ai territori di riferimento e al tessuto imprenditoriale con l’apprezzamento degli investitori, anche internazionali».

Pierantonio Braggio