Lavoro | 08 luglio 2021

Sabato una manifestazione della logistica a Lodi, CGIL Verona aderisce

È prevista per questo sabato una manifestazione della logistica a Lodi, a cui prenderà parte anche il sindacato dei Traporti Filt Cgil di Verona e la Camera del lavoro di Verona.

Sabato una manifestazione della logistica a Lodi, CGIL Verona aderisce

Sabato 10 luglio è prevista una manifestazione della logistica a Lodi durante la quale interverrà anche il segretario nazionale Filt Cgil Maurizio Landini, a cui prenderà parte anche il sindacato dei Traporti Filt Cgil di Verona e la Camera del lavoro di Verona.

«Un'iniziativa tesa a riaffermare il valore della persona e del lavoro contro la logica del profitto ad ogni costo, questione diventata emergenza nazionale dopo l’ennesima tragedia accaduta durante uno sciopero su una grande piattaforma logistica lo scorso 18 giugno costata la vita al sindacalista Adil Belakhdim. Ma questa manifestazione vuole essere anche un invito e un appello ad andare oltre le divisioni sindacali tra sigle e tra lavoratori, non di rado basate su differenze etniche e culturali», così il sindacato descrive la manifestazione.

«Grazie alla contrattazione e alle lotte dei lavoratori, negli ultimi anni la difesa del lavoro nella logistica e in generale nel settore degli appalti ha conosciuto alcuni decisivi passi in avanti, come con l’introduzione, a partire dal 2017, della "clausola sociale" nei contratti collettivi nazionali di lavoro di numerose categorie, che preserva i posti di lavoro nel corso dei cambi appalto e argina il fenomeno delle finte cooperative», prosegue il sindacato.

«Tanto però rimane da fare, in particolare nella logistica che resta un settore sostanzialmente non governato, sul quale si scaricano i costi e le tensioni dell’intera filiera produttiva e dove permane una illegalità diffusa come dimostrano anche le recenti inchieste su frodi Iva e contributi previdenziali a carico di alcuni dei maggiori player del settore».

«Per la Cgil l’orizzonte rimane quello della contrattazione nazionale in quanto secondo noi l’unico in grado di assicurare identità e reale efficacia all’azione sindacale. Non deve invece conoscere barriere o schieramenti la lotta contro le ampie sacche di illegalità che si trovano nelle filiere, il caporalato nei magazzini, i diversivi messi in atto per aggirare le conquiste normative e contrattuali, come si sta vedendo con la proliferazione delle nuove Srls, società a responsabilità limitata semplificata che stanno gradualmente sostituendo le cooperative negli appalti».

«È da questa illegalità, dal mancato rispetto delle regole e dallo sfruttamento delle persone, spesso straniere, che nascono scontri, incidenti e tragedie come quelle a cui assistiamo da ormai troppo tempo».