Enti - 18 giugno 2021, 18:33

"Ghiotti di frutta, verdura e cultura", vince la Classe 1^ A della Scuola Primaria Don Calabria dell’Alpo

Questa mattina, presso la palazzina Direzionale del Centro agroalimentare di Verona, si è svolta la premiazione della classe vincitrice che ha partecipato al nuovo progetto di educazione alimentare “Ghiotti di frutta, verdura e cultura”, momento conclusivo del percorso riservato alle scuole che a causa del Covid 19 non sono potute venire in visita al Mercato Ortofrutticolo come avveniva negli anni scorsi.

"Ghiotti di frutta, verdura e cultura", vince la Classe 1^ A della Scuola Primaria Don Calabria dell’Alpo

Questa mattina, presso la palazzina Direzionale del Centro Agroalimentare di Verona, si è svolta la premiazione della classe vincitrice che ha partecipato al nuovo progetto di educazione alimentare “Ghiotti di frutta, verdura e cultura”, momento conclusivo del percorso riservato alle scuole che a causa del Covid 19 non sono potute venire in visita al Mercato Ortofrutticolo come avveniva negli anni scorsi.

Veronamercato dal 2007 diffonde un progetto di educazione alimentare dedicato alle scuole di Verona e provincia che vuole promuovere il consumo di frutta e verdura tra i più giovani e renderli consapevoli dei benefici di un’alimentazione sana ed equilibrata.

In questo particolare momento in cui le scuole sono state impossibilitate a fare spostamenti sul territorio e quindi a visitare il Centro Agroalimentare, Veronamercato ha ripianificato la propria offerta formativa, offrendo un percorso didattico a cui le scuole hanno potuto prendere parte interamente in modalità online nelle loro classi.

Il valore del progetto sta nell’essere riusciti a riproporre la visita al Centro Agroalimentare in modalità virtuale e a declinare i contenuti che venivano trasmessi ai bambini in presenza, in maniera giocosa e narrativa, attraverso due video in animazione.

A completamento dell’attività formativa i bambini sono stati coinvolti dagli insegnanti con qualche simpatico gioco per permettere loro di memorizzare al meglio quanto visto, e per divertirsi insieme gareggiando con i propri compagni di classe. A tal proposito sono state sviluppate alcune schede/gioco da stampare o da visualizzare a schermo in classe.

«Veronamercato oltre alle attività di business è da sempre impegnata anche nelle attività legate al sociale - precisa il Presidente Michele Gruppo - ed è proprio in questo ambito che si inserisce ormai da oltre 10 anni il progetto delle visite al Centro Agroalimentare che ha coinvolto sino ad ora più di 10000 alunni con i loro insegnanti. Quest’anno a causa del Covid non è stato possibile effettuare le visite in presenza così abbiamo pensato di portare Veronamercato nelle scuole con un progetto completamente interattivo attraverso una visita virtuale del Centro Agroalimentare, dove vengono evidenziate in particolare le attività del Mercato ortofrutticolo e la campagna dei 5 colori del benessere».

Oltre alla visita virtuale del Mercato è stato inviato alle classi un pacco speciale per l’attività didattica contenente frutta e verdura fresca, che ha permesso ai bambini di fare esperienza diretta, attraverso i cinque sensi, con i prodotti ortofrutticoli. Al termine del percorso le classi hanno prodotto un elaborato con le proprie impressioni e considerazioni, manifestando di aver molto apprezzato il nuovo progetto, a conferma che la dedizione e l’interesse di Veronamercato per una sana e corretta alimentazione è una tematica particolarmente sentita dai cittadini.

La premiazione del percorso “Ghiotti di frutta, verdura e cultura”, con la consegna di una cesto di frutta e di un buono di € 150 per l’acquisto di materiale didattico da parte del Presidente di Veronamercato  Michele Gruppo, unitamente al Presidente del Consiglio comunale di Villafranca Lucio Cordioli, è andata alla Classe 1^ A della Scuola Primaria Don Calabria dell’Alpo. Ha ritirato il premio l’insegnante della classe Elena Braga.

«La Società è fermamente convinta che iniziative come queste siano in linea con l’interesse di tutti - conclude il Presidente Michele Gruppo - spiegare che l’ortofrutta fa bene alla salute incontra l’interesse dei cittadini nonché degli addetti ai lavori, per l’aspetto commerciale ed economico, ma è corretto anche dal punto di vista sanitario in quanto agisce sulla prevenzione di molte patologie».

«Ci auguriamo tutti che il prossimo anno si torni alla normalità con le visite delle scuole in presenza, in ogni caso il percorso “Ghiotti di frutta, verdura e cultura” rimarrà a disposizione di tutte le classi che vorranno farne richiesta». 

 

SU