Lifestyle | 18 giugno 2021

A Verona torna il Teatro nei Cortili

Molto attesa dalla cittadinanza, la kermesse crea divertimento e cultura.

Foto d'archivio.

Foto d'archivio.

Saranno, quest’anno, Corte Molon – con capienza di 190 spettatori - e il Chiostro di Santa Eufemia – con spazio per 150 persone - ad ospitare, dal 20 giugno, al 10 settembre, le rappresentazioni teatrali, che diciannove compagnie amatoriali veronesi, con ventidue spettacoli diversi, proporranno ai veronesi, in 226 attese serate.

Teatro nei Cortili, rassegna culturale, organizzata dal Comune di Verona e dal Teatro amatoriale cittadino, non si ferma, non essendosi arresa, nemmeno, nel 2020, anno, in cui, fortemente ridotta, ha proposto spettacoli, in 68 serate, con più di 5.500 presenze. Gli spettacoli di quest’anno, come sempre, del resto, toccheranno generi diversi: dalla commedia alla prosa, dal dramma al comico, dal musical alla black comedy: proposte varie, per andare incontro a tutte le aspettative dei veronesi.

Il pubblico è invitato a prenotare i posti presso le Compagnie – i contatti sono riportati sul materiale pubblicitario, distribuito in tutta la città e che può essere richiesto, allo 045 8077711 o via mail su teatrocamploy@comune.verona.it, oltre che sulle pagine internet del Comune e delle Compagnie stesse.

L’iniziativa, ormai storica, se costituisce divertimento e cultura, è anche mezzo essenziale per prendere atto della grande preparazione e del grande impegno dei diversi interpreti, tutti di alto livello, il cui unico difetto, nella loro modestia, è di non venire pubblicizzati, come meriterebbero…, anche perché la loro azione non è, per nulla, inferiore a quella dei maggiori nomi del settore.

 

 

Pierantonio Braggio